Real Madrid, troppi spifferi e al Bernabeu è caccia alla talpa

Real Madrid, troppi spifferi e al Bernabeu è caccia alla talpa

Pare che lo spogliatoio dei Blancos, di tanto in tanto, ospiti delle talpe. Talpe curiose e chiacchierone, che vanno in giro a rivelare la formazione di Zidane prima delle partite.

di Francesco Cavallini

Quasi cinque anni dopo, al Real Madrid qualcuno ci ricasca. A giudicare dalle notizie che arrivano dalla Spagna (e in particolare da ABC.es), al Bernabeu ci sarà a breve ancora bisogno di…fare una disinfestazione. Pare infatti che lo spogliatoio dei Blancos, di tanto in tanto, ospiti qualche animaletto indesiderato. Nella fattispecie, talpe. Talpe curiose e chiacchierone, che vanno in giro a rivelare la formazione di Zidane subito dopo che l’allenatore l’ha annunciata ai calciatori durante la classica riunione tecnica due ore prima della partita. Un’abitudine senza rischi? Decisamente no, se il risultato è perdere un Clasico per 3-0 o rischiare l’imbarcata in Champions League.

La talpa avrebbe colpito nel Clasico…

Ma partiamo dalle due partite in sè. La prima è la grande sfida del 23 dicembre, quella in cui la squadra di Zizou è stata letteralmente asfaltata da quella di Valverde con uno 0-3 che non permette repliche. In quell’occasione il tecnico blaugrana ha sfruttato alla perfezione l’assenza dalla mediana di Isco e l’inserimento nell’undici titolare di Kovacic, piazzando Paulinho tra le linee a creare il caos tra i giocatori del Real. Anzi, è quasi come se l’allenatore…già sapesse della scelta di Zidane. Possibile? Beh, a Madrid il sospetto c’è.

…e prima di Real Madrid-PSG

Ed è coadiuvato da un altro episodio simile. La talpa avrebbe colpito ancora in occasione delle due sfide contro il Paris Saint-Germain negli ottavi di Champions League. Nel primo caso l’utilizzo di Isco sarebbe stato preannunciato a Emery, mentre al ritorno la presenza in campo di Lucas Vazquez e di Asensio è stata una sorpresa per tutti. Tranne che, apparentemente, per la squadra avversaria. Il fatto che poi l’allenatore dei parigini non sia stato in grado di sfruttare questa vociferata conoscenza, non renderebbe meno spinoso il caso. Se c’è una talpa, Zidane non si darà pace finchè non la troverà.

Ma al Bernabeu non è una situazione nuova

Ma così facendo rischia sia una gastrite che, cosa assai più problematica, di fare la fine di Mourinho. L’inizio degli screzi tra lo spogliatoio del Real e lo Special One tra il 2012 e il 2013 risale infatti ad una situazione molto simile. Lo scontro sarebbe esploso dopo un Clasico perso, quello in cui il tecnico portoghese ha schierato Pepe a centrocampo, una soluzione imprevedibile, ma che pare fosse stata spifferata prima del match. In quel caso Mou se la prese con Casillas, colpevole di intrattenere rapporti troppo stretti con Xavi e Iniesta, compagni di nazionale. Ma anche ora che Saint Iker è lontano, le talpe continuano a girare per gli spogliatoi del Bernabeu. Sarà il momento di disinfestare le stanze?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy