Ramos ma che combini? Reagisce ai fischi dei tifosi dell’Al-Ain, ma quando a beccarseli era Piqué…

Ramos ma che combini? Reagisce ai fischi dei tifosi dell’Al-Ain, ma quando a beccarseli era Piqué…

Sergio Ramos si è preso una valanga di fischi dai tifosi dell’Al-Ain per la vicenda dell’infortunio di Salah. Lui reagisce e se ne lamenta ma quando i fischi arrivavano a Piqué parlava di… “libertà di espressione”.

di Redazione Il Posticipo

Sergio Ramos. Giocatore straordinario ma personaggio abbastanza controverso. È innegabile, tutti gli appassionati di calcio devono riconoscere che il centrale difensivo del Real Madrid è uno tra i migliori interpreti del proprio ruolo. Ma nessuno, o quasi, lo ammette a cuor leggero perché spesso finisce per risultare antipatico, specie agli avversari. La causa, oltre ad alcuni atteggiamenti, sono stati alcuni interventi al limite, se non del cartellino della…denuncia. Il più eclatante è quello in finale di Champions League su Salah, al quale, con un contrasto è riuscito a lussare una spalla. La memoria dell’episodio gli ha causato moltissimi fischi ogni volta che toccava palla nella finale del mondiale del club da parte dei tifosi dell’Al-Ain. Lui però non l’ha presa bene e dopo la partita se ne è lamentato. Un motivo in più per non risultare simpatico ad alcuni? Poca coerenza.

INSPIEGABILE – Già, perché dopo il fischio finale e i festeggiamenti per aver vinto la competizione internazionale per club, il difensore ha rilasciato alcune dichiarazioni alla televisione spagnola piene di sgomento e disapprovazione in seguito al comportamento dei tifosi di casa nei suoi confronti: Ramos parla di comportamento “inspiegabile” e poi rincara la dose con un “penso che si dovrebbe portare maggior rispetto alle figure del calcio”. Il fatto che un giocatore reagisca male a così tanti fischi è anche comprensibile, ma il capitano delle merengues dovrebbe anche provare a fare i conti con il passato recente.

E IL RISPETTO? – Infatti, se le dichiarazioni di Ramos fossero prive di un metro di paragone, sarebbero del tutto comprensibili ed accettabili. Tuttavia, come ricorda Mundo Deportivo, lo spagnolo ha forse dimenticato cosa ha detto prima della partita tra Spagna e Albania, nella fase di qualificazione ai mondiali, quando a beccarsi le bordate di fischi era il compagno di nazionale ma avversario giurato di club, Gerard Piqué: “Ai tifosi non si può chiedere di fare o non fare qualcosa. Ognuno ha la libertà d’espressione. Che ognuno faccia ciò che ritiene più opportuno”. Chissà come mai, in questa occasione a Ramos non era venuto in mente di sensibilizzare la tifoseria riguardo al “rispetto delle figure del calcio”. In ogni caso, a sbugiardare in questi termini il numero 4 è stata la rete, che come al solito in questi casi non perdona…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy