Psg, niente Coppa di Francia! Tuchel insultato dai tifosi: “È una m***a!”. Parole dure anche per Mbappé espulso: “Sporco b******o”

Psg, niente Coppa di Francia! Tuchel insultato dai tifosi: “È una m***a!”. Parole dure anche per Mbappé espulso: “Sporco b******o”

Il Psg combina un pasticcio nella finale di Coppa di Francia: allo Stade de France, la squadra di Thomas Tuchel passa in vantaggio 2-0, poi subisce il ritorno del Rennes e viene beffata ai calci di rigore. Tifosi furiosi sui social anche nei confronti dell’attaccante campione del mondo…

di Redazione Il Posticipo

Quando stacchi la spina è difficile riaccenderla: il Psg lo ha scoperto sulla sua pelle. Risultati alla mano, la squadra di Thomas Tuchel inizialmente è riuscita a smaltire le scorie per l’eliminazione in Champions League agli ottavi di finale col Manchester United, poi c’è stato il blackout: pari con lo Strasburgo in casa, umiliazione col Lille (5-1) e k.o. col Nantes in campionato (3-2). La luce è ritornata all’improvviso col Monaco, battuto nella serata in cui è arrivato il titolo. Poi c’è stata la finale col Rennes in finale di Coppa di Francia… e sono stati di nuovo guai!

CROLLO – A gennaio il crollo era arrivato col Guingamp ai quarti di finale della Coppa di Lega francese. E qualche mese dopo il copione si è ripetuto col Rennes nella finale di Coppa di Francia. La squadra di Tuchel è partita a mille e si è ritrovata sul 2-0 dopo una ventina di minuti: a segno Dani Alves (13′) e soprattutto il grande atteso Neymar, a segno alla prima da titolare dopo l’infortunio (21′). Pratica risolta? Macché! La partita è stata riaperta nel finale del primo tempo dal clamoroso autogol di Kimpembe (40′) e nella ripresa i padroni di casa hanno pareggiato con Mexer (66′), bravo a infilare la difesa del Psg su calcio d’angolo. Parità anche ai supplementari, dove Kylian Mbappé ha rimediato il rosso per un’entrata killer ai danni di un avversario… e questa volta sono piovute parole grosse anche nei suoi confronti! In quel momento il finale è sembrato scritto: ai rigori è finita 6-5 per il Rennes, decisivo l’errore di Christopher Nkunku.

CRITICHE – I tifosi non hanno preso per niente bene il flop della loro squadra in finale. Sulla graticola ci è finito ancora una volta il tecnico tedesco ovviamente! L’accusa principale? Aver lasciato un bomber in panchina dall’inizio in una sfida decisiva per la stagione: “Tuchel ha fatto restare Cavani in panchina per 86 minuti”… salvo poi farlo entrare inutilmente nei tempi supplementari!

Durante il match qualcuno ha messo le mani temendo il peggio: “Tuchel deve essere licenziato se perde questa partita”… e alla fine ci ha preso eccome!

Improvvisamente il passato sembra di gran lunga migliore del presente agli occhi dei tifosi del Psg: “Tuchel è una m***a, Blanc con questa squadra avrebbe pulito il pavimento col Rennes”…

I tifosi non vedono l’ora che il tedesco cambi aria: “Tuchel out” è sempre di moda!

Qualcuno ha già in mente il sostituto del tedesco: “Mi piace Tuchel, ma di nuovo. Se il grande, il magnifico, il bello, l’unico e solo Mauricio Pochettino è disponibile, il Psg farebbe bene a saltare su un aereo per Londra e portarlo a Parigi”… il tifoso verrà ascoltato?

Ai tifosi non è sfuggita ovviamente l’entrataccia di Kylian Mbappé su un avversario al 118′: un gesto costato all’attaccante il rosso e tantissime critiche: “Tackle orribile orribile! Squalificatelo per 10 partite e toglietegli 15 gol, mi sembrano giuste punizioni per quello che ha fatto”… Altri sono stati ancora più diretti nei confronti del giocatore: “Mbappé è uno sporco b******o”

Dal dischetto è stato decisivo l’errore di Nkunku, che Tuchel ha mandato in campo proprio per la lotteria dei rigori: “Adoro Tuchel che ha fatto entrare Nkunku al 121′ per i rigori, è andato al tiro, ha sbagliato e hanno perso la finale”

Come l’hanno presa Verratti e Marquinhos quando hanno visto il giovane centrocampista andare al tiro dal dischetto prima di loro due? Considerato il risultato finale piuttosto male!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy