Psg, Djorkaeff boccia Tuchel e i giocatori: “Il club ha bisogno di persone che vogliono esserci davvero…”

Psg, Djorkaeff boccia Tuchel e i giocatori: “Il club ha bisogno di persone che vogliono esserci davvero…”

L’ex centrocampista ha stuzzicato il suo vecchio club dopo una stagione avara di soddisfazioni, a parte la conquista della Ligue 1. Il club parigino infatti ha incassato grosse delusioni nelle Coppe nazionali ed europee a cui ha partecipato

di Redazione Il Posticipo

Il Psg non vede l’ora di andare in vacanza, quando mancano appena due giornate alla fine della Ligue 1. Dall’eliminazione agli ottavi di Champions League contro il Manchester United in poi sono stati dolori per il club, che quest’anno ha fatto figuracce anche in Coppa di Lega francese (fuori ai quarti di finale col modesto Guingamp al Parco dei Principi) e in Coppa di Francia (finale persa col Rennes che ha vinto dopo essere stato sotto 2-0). Secondo l’ex interista Youri Djorkaeff servono grandi cambiamenti… e soprattutto qualcuno che ci tenga davvero!

CAMBIAMENTI – Chi meglio di Djorkaeff per parlare delle magagne europee di questo Psg? L’ex centrocampista ha vinto col club la Coppa delle Coppe 1995-96. Da allora molto tempo è passato, ma i segreti per dominare in Europa non sono cambiati. Il giocatore ha parlato della stagione della squadra ai microfoni di Omnisport: “Dovranno esserci alcuni cambiamenti, la questione principale è sapere chi c’è davvero al Psg e che cosa sta facendo. Parlo di giocatori, entourage e personale. È necessario mettere in campo persone che vogliono essere presenti e aiutare il club a migliorare. Una volta che risponderemo a questa domanda, saranno risolti i problemi”.

LA LIGUE 1 NON CONTA? – Djorkaeff ha commentato anche il percorso fatto in Ligue 1 dalla squadra allenata da Thomas Tuchel: “È la squadra migliore in un campionato in cui però non hanno giocato tante partite importanti. Non voglio sminuire il valore di Marsiglia, Lione o Lille, ma la competizione con le altre squadre non ha spaventato il Psg, in Europa invece non è andata bene. Il finale di stagione poi è stato il più folle che ci si potesse immaginare. Un club di questo livello non può affatto permettersi di chiudere l’anno in questo modo”.

PROBLEMA CHAMPIONS – Djorkaeff  si è focalizzato sull’ennesimo fallimento del club in Champions: per il terzo anno di fila infatti il Psg è stato eliminato agli ottavi di finale. “Il club vuole raggiungere le semifinali. In questo momento preoccupa di più ciò che manca rispetto a ciò che c’è. La Champions è un’esperienza per imparare qualcosa: il problema è che il Psg commette sempre gli stessi errori. Penso che le persone che lavorano nel club sappiano perché succede e credo che debbano cambiare la loro filosofia”. La strada da fare per vedere il club con la Champions tra le mani è ancora tanta. Finora la strategia di strapagare gente come Neymar o Mbappé non ha pagato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy