“Ceballos è immondizia”: l’ex più odiato del Betis…peggiora le cose

“Ceballos è immondizia”: l’ex più odiato del Betis…peggiora le cose

La regola del gol dell’ex non sbaglia mai. Figurarsi quando l’ex è poi un calciatore andato via tra mille polemiche. Dani Ceballos, con il gol messo a segno contro il Betis, entra immediatamente della lista nera dei tifosi del club andaluso sui social.

di Redazione Il Posticipo

Le regole non scritte del calcio, non sbagliano mai. Quella che riguarda il gol dell’ex, poi, appare più come una certezza che una possibilità. Lo sanno bene i tifosi del Betis Siviglia, che questa sera, nella gara contro il Real Madrid, sono stati costretti a vivere uno dei loro incubi peggiori, con il gol della vittoria dei Blancos segnato all’88’ da Dani Ceballos, ex stella del club andaluso.

BETIS – Cresciuto nelle giovanili del Betis Siviglia, Ceballos impiega poco tempo a diventare un pilastro della squadra: nonostante la giovane età, classe 96, nel 2014 diventa immediatamente un titolare del club andaluso, collezionando per tre stagioni consecutive minimo trenta presenze. Non si fa attendere la chiamata del Real Madrid, che nel 2017 lo porta agli ordini di Zidane. Un addio che non è andato giù a tifosi e dirigenza del Betis, in particolare al presidente, che in più di un’occasione, come ricorda As, ha sottolineato come il calciatore si sia comportato male, “raccontando storie di molto lontane dalla realtà”. 

VILLAMARIN – Scapato il pericolo lo scorso anno, con il centrocampista in panchina sia nella gara di andata che di ritorno contro il Betis, quest’anno c’era poco da fare. Prima gara giocata contro il Betis, primo gol, in un ambiente ostile, che ha riempito di fischi lo spagnolo in ogni occasione valida. Un tifo caldo quello andaluso, sulla stessa scia del rapporto tra Sergio Ramos ed i tifosi del Siviglia, che da quando ha lasciato il club, non hanno mai smesso di prenderlo di mira. Che il tifo del Betis ce l’abbia con Ceballos, lo si era capito già da molto tempo: i primi fischi assordanti, infatti, sono arrivati addirittura in una gara con la Nazionale giocata al Benito Villamarin, stadio che ospita le partite casalinghe del Betis. Il calciatore, quanto meno, prova ad allungare una mano: dopo il gol, braccia al cielo, come a chiedere scusa. Il passato, comunque, non si dimentica. E qualcuno su Twitter conclude la serata con un “Ceballos è immondizia”. Non certo un ritorno a casa del tutto felice…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy