Premier, Sarri fa il “bancario”: il Chelsea ha più di 220 milioni…in prestito!

Premier, Sarri fa il “bancario”: il Chelsea ha più di 220 milioni…in prestito!

Il Chelsea sembra una banca: tanti giocatori, per un valore complessivo di oltre 220 milioni di euro, sono stati mandati in prestito. Il neoacquisto Pulisic è il quarantaduesimo giocatore prestato.

di Redazione Il Posticipo

Finalmente è stato annunciato ufficialmente. Era ormai tanto che si parlava delle attenzioni che il Chelsea ha prestato al giovane esterno d’attacco statunitense Christian Pulisic. Molti tifosi, sebbene siano coscienti del valore del ragazzo, speravano che l’annuncio non arrivasse, in quanto temevano (e temono tuttora) che il suo arrivo implicasse la partenza immediata di Eden Hazard. La società però, ha fatto tirare a tutti, almeno per un po’, un bel sospiro di sollievo: annuncia l’acquisto di Pulisicm ma lo lascia in prestito al Borussia Dortmund fino alla fine del campionato. Il Sun, però, solleva una questione: Pulisic è il quarantaduesimo giocatore che il Chelsea manda o tiene in prestito in questa stagione.

IL VALORE – Proprio nel periodo storico in cui la FIFA vorrebbe ridurre il tetto massimo di giocatori ceduti in prestito ogni stagione a dieci, il Chelsea si gode il momento e finché la nuova norma non verrà applicata potrà guardare crescere i propri talenti da lontano. Certo, ma non cominciano ad essere troppi? Considerando la già folta rosa a disposizione di Sarri, composta da quasi trenta giocatori, sì. Considerando poi che, secondo Transfermarkt, il valore della rosa del Chelsea supera i 900 milioni di euro, gli oltre 200 milioni di cartellini prestati in giro per il mondo sono da considerare più che un valore aggiunto, anche in prospettiva di vendita futura.

LA BANCA DEL CALCIO – Di questi quarantadue giocatori in prestito, però, addirittura 23 sono sparsi per il Regno Unito (21 in Inghilterra, 1 in Scozia e uno in Irlanda del Nord), addirittura cinque sono finiti in Olanda (tra i quali l’eterna promessa Marco van Ginkel), 2 in Germania (il secondo è proprio Pulisic), 4 in Spagna, 3 in Italia (Bakayoko al Milan, Aina al Torino e Pasalic all’Atalanta), 1 in Serbia e un altro, addirittura, in Brasile. Non solo giovani, tra l’altro: al Vitesse, in Olanda, gioca in prestito dal Chelsea il portiere trentaseienne Eduardo. Insomma: oltre 220 milioni in prestito in vari tagli, l’allenatore viene chiamato, visti i suoi precedenti, “il bancario”. Ma cosa è diventato il Chelsea, un istituto di credito? Anzi…di prestito!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy