Premier e FA Cup: il Manchester City può fare la storia, giocatori e staff rifarsi…il portafoglio

Premier e FA Cup: il Manchester City può fare la storia, giocatori e staff rifarsi…il portafoglio

I Citizens sono ancora in lizza per vincere il campionato e la più importante coppa inglese dopo aver già alzato al cielo la Carabao Cup: un magico tris che vale più della semplice gloria? Decisamente! In ballo ci sono anche parecchi soldi…

di Redazione Il Posticipo

Fare la storia per rifarsi il portafoglio? Le prossime due settimane saranno decisive per il Manchester City di Pep Guardiola, che questa sera sfiderà il Leicester con un solo obiettivo: vincere per ritornare davanti al Liverpool in testa alla classifica a una giornata dalla fine, che i Citizens giocheranno sul campo del Brighton. Due vittorie separano Sergio Agüero e compagni dalla possibilità di confermarsi campioni d’Inghilterra, senza dimenticare la finale di FA Cup col Watford. Due trofei in due settimane dopo la Carabao Cup già conquistata? Il portafoglio ne beneficerebbe?

BONUS – Stando a quanto riportato dal Mirror, fare la storia per i giocatori significherebbe anche intascare parecchi soldini. Il City di Guardiola potrebbe essere il primo club nella storia del calcio inglese a vincere tutte e tre le principali competizioni nazionali nella stessa stagione (Premier, FA Cup e Carabao Cup già conquistata). Qualora il sogno dovesse diventare realtà, i giocatori condividerebbero un bonus di quasi 18 milioni di euro come scritto nelle clausole dei loro contratti secondo quanto riportato dal Telegraph. Ma Guardiola preferisce concentrarsi sul valore che una simile impresa potrebbe avere mentalmente… considerata la forza del Liverpool di Jürgen Klopp!

AVVERSARIO TOP – Il manager del City ha parlato alla vigilia della sfida col Leicester spiegando che cosa significherebbe vincere questa Premier: “Nella mia carriera ho giocato contro avversari incredibili, ma le due squadre migliori che ho affrontato sono il Barcellona di Luis Enrique con Messi, Neymar e Suarez. L’altro è questo Liverpool. Ecco perché essere lì col destino nelle nostre mani, dopo essere stati indietro di setti punti rispetto a loro a gennaio, è una cosa così grande. È il campionato più difficile che abbia mai giocato come manager per la qualità degli avversari”. Guardiola è stato sorpreso in positivo dai suoi uomini: “Non mi aspettavo che avremm ottenuto così tanti punti dopo quello che avevamo già fatto la scorsa stagione. Normalmente la tendenza degli esseri umani è di rilassarsi un po’”. Ma questo City in campo sembra più forte di qualsiasi debolezza. Il profumo dei soldi aiuta?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy