Pogba punzecchia Mou: “Ora mi diverto a giocare a calcio, con lui era difficile perché…”

Pogba punzecchia Mou: “Ora mi diverto a giocare a calcio, con lui era difficile perché…”

Anche senza mai menzionarlo direttamente, il francese continua a lanciare frecciatine più o meno pesanti nei confronti del suo ex allenatore. E il post partita della vittoria contro il Tottenham non fa certo eccezione…

di Redazione Il Posticipo

Come si capisce se una rottura non è stata metabolizzata? Semplice, quando nonostante un presente felice si pensa al passato, c’è decisamente qualcosa che non va. Dopo l’addio di Mourinho, Pogba ha riservato al tecnico portoghese parole (ufficiali) al miele, ma evidentemente non ha ancora finito di parlare dello Special One. E, anche senza mai menzionarlo direttamente, continua a lanciare frecciatine più o meno pesanti nei confronti del suo ex allenatore. Come riporta il Mirror, il post partita della vittoria contro il Tottenham non fa certo eccezione e il francese racconta cosa c’è di diverso per lui tra i tempi di Mou e la nuova vita sotto Solskjaer.

DIFFICILE – A giudicare dalle dichiarazioni di Pogba, per esempio, il portoghese era un gran bel…catenacciaro. E la troppa attenzione alla fase difensiva richiesta ha creato non pochi problemi al campione del mondo. Che può giocare davanti alla difesa, ma che racconta di non trovarsi granché a suo agio quando deve giocare in maniera distruttiva e non propositiva. “Mi piace giocare le grandi partite contro i migliori calciatori. È in queste occasioni che si migliora. È stato un grande match, abbiamo giocato tutti bene. Mi sto divertendo a giocare a calcio. Per me è stato difficile con le tattiche che utilizzavamo prima. Mi piace giocare in maniera offensiva, difendere non è certo il mio punto forte…”.

LAMPARD – Insomma, una bella botta a Mourinho, accusato non solo dal francese di essere troppo difensivista e di non sfruttare a pieno le caratteristiche del francese, che quando può puntare l’area di rigore fa molto bene, come dimostrano i gol e gli assist già regalati a Solskjaer. Ma cosa fa il nuovo tecnico per renderlo così devastante? “L’allenatore mi ha detto di buttarmi in area di rigore, di andarmi a prendere i gol. Il mio modello è Frank Lampard, era lui che faceva questo tipo di inserimenti”. Un calciatore che, paradossalmente, ha trovato il suo ruolo da incursore proprio sotto Mourinho. Che però non ha sfruttato Pogba come avrebbe potuto…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy