Pochettino: “Bielsa? Quando avevo 13 anni venne a casa mia di notte…per vedere le mie gambe!”

Pochettino: “Bielsa? Quando avevo 13 anni venne a casa mia di notte…per vedere le mie gambe!”

Il tecnico del Tottenham racconta un aneddoto su una delle tante follie del “Loco”. Pochettino, però, non lo ritiene affatto pazzo. Anzi, per lui è un genio…

di Redazione Il Posticipo

Loco sì, ma anche buono. Mauricio Pochettino potrebbe presto ritrovare Marcelo Bielsa in Premier (e chissà su quale panchina sarà Poch…). L’allenatore del Tottenham ricorda, in un aneddoto raccontato a ESPN Brazil, quando i due ebbero un incontro…notturno. Nessuna bravata, anzi, solo una sincera ammirazione per il connazionale da parte dell’attuale tecnico del Leeds.

GAMBE – Pochettino ricorda la visita di Marcelo Bielsa ad un orario da…loco. Un’ora dopo la mezzanotte: il motivo: “voleva vedere le mie gambe”. El Loco voleva reclutare un giovanissimo Pochettino da adolescente, per averlo nel suo Newell’s Old Boys: ovviamente a modo suo. L’attuale allenatore del Tottenham stava dormendo. Svegliato dal suono del campanello, la sorpresa è enorme. Il mister Bielsa a casa? “Hanno bussato in piena notte per un ragazzo di tredici anni. Hanno cercato di convincere i miei genitori a trasferirsi o a farmi vivere a Rosario, a 200 chilometri da casa. E in più volevano vedere le mie gambe”. Un ricordo indelebile.

GIOCATORE – Bielsa non lascia spazio a interpretazioni, nell’occasione. Pochettino sfoglia l’album dei ricordi: “Mi disse che le mie gambe sembravano quelle di un buon calciatore. Ovviamente era una bugia senza cattive intenzioni”. Probabilmente voleva solo accelerare l’acquisizione. Risultato ottenuto in pieno. I due, comunque, si incroceranno anche successivamente: Pochettino è uno dei titolari della nazionale albiceleste sia in Copa America nel 1999 che ai Mondiali del 2002, quando l’Argentina riesce a uscire dai mondiali alla fase a gironi. E poi si sono affrontati anche in Spagna.

MA QUALE LOCO! – Pochettino, al netto degli insuccessi in nazionale, parla con molto piacere di Bielsa: “Sarebbe bello se il Leeds arrivasse in Premier League la prossima stagione. L’ho già affrontato in Spagna. È un piacere vederlo, salutarlo e giocarci contro. È sempre una bella sfida. La gente lo definisce ‘El Loco Bielsa’, ma per me non ha nulla di pazzo. Anzi, è un genio, una persona con un carisma e una personalità molto diversa da noi normali allenatori. E questo lo rende speciale”. Stima immensa e immutata: forse presto potranno stringersi di nuovo la mano quando con il Tottenham, o chissà con quale altra squadra di Premier, incrocerà il Leeds…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy