Özil torna…a casa? Lo cerca il Fenerbahce, la squadra di Erdogan

Özil torna…a casa? Lo cerca il Fenerbahce, la squadra di Erdogan

Il club di Istanbul avrebbe deciso di tentare il colpaccio, convincendo il classe 1988 a lasciare Londra per trasferirsi sul Bosforo. Un trasferimento difficile, costoso, ma che potrebbe comunque concretizzarsi.

di Redazione Il Posticipo

Mesut Özil è nato a Gelsenkirchen e non ha mai giocato con una squadra del campionato turco. Anzi, il suo peregrinare lo ha portato dalla Germania in Spagna (Real Madrid) e poi in Inghilterra (Arsenal). Ma ora potrebbe essere arrivato il momento per il tedesco di origini turche di tornare…a casa. Secondo la testata Fotomac, il club di Istanbul avrebbe deciso di tentare il colpaccio, convincendo il classe 1988 a lasciare Londra per trasferirsi sul Bosforo. Un trasferimento difficile, costoso, ma che potrebbe concretizzarsi. Soprattutto considerando la volontà del calciatore, espressa più volte nel corso degli anni, di vestire prima o poi la maglia dei Canarini.

ESTATE BOLLENTE – Ma soprattutto, il primo tifoso dei gialloblu, la squadra della parte asiatica della città, è…Erdogan. Un particolare non da poco, considerando che il momentaccio di Özil dipende in gran parte proprio dall’ormai celebre del calciatore dell’Arsenal e di Gundogan con il presidentissimo. La polemica con la Federazione tedesca è durata per tutto il mondiale ed è terminata con il ritiro dalla nazionale di Özil, tra accuse di razzismo e interventi illustri a favore dell’una e dell’altra parte in causa. Al punto che anche il governo turco ha detto la sua, difendendo ovviamente il calciatore, che ha da sempre considerato la Turchia come una delle sue due patrie. L’estate caldissima del tedesco è continuata anche al ritorno a Londra. I rapporti con Emery non sembrano idilliaci e un infortunio sospetto prima della partita contro il West Ham ha fatto infuriare i tifosi.

CARTELLINO PESANTE – E quindi la possibilità che Özil lasci l’Arsenal non è poi così campata in aria. C’è però un problema non da poco: il prezzo del cartellino del tedesco. Che avrebbe potuto liberarsi a parametro zero nel 2019, se non avesse rinnovato il contratto fino al 2021 durante la scorsa stagione. E quindi ora i Gunners non ci stanno a lasciar andare il calciatore, che pure non sembra fondamentale nei piani di Emery, senza ricevere una cifra importante. Quaranta milioni di euro, un cartellino pesante, forse troppo per il Fenerbahce. Che però è pur sempre il club…del presidente, nel senso più proprio della questione. E che quindi potrebbe anche trovare il modo di portare a Istanbul il figliol prodigo che ha conquistato l’Europa. Chissà, forse a gennaio ci sarà un’altra foto che farà discutere. Stavolta però con la maglia dei canarini…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy