Özil ormai è un caso: si allena tutta la settimana ma è ancora fuori per scelta tecnica

Özil ormai è un caso: si allena tutta la settimana ma è ancora fuori per scelta tecnica

Dopo un infortunio al ginocchio che lo ha costretto a restare fuori nelle ultime due gare, Mezut Özil si allena tutta la settimana ma Emery lo lascia fuori dai convocati per scelta tecnica. E ora è davvero un caso…

di Redazione Il Posticipo

Dopo aver abbandonato la propria nazionale tra enormi polemiche, dopo le critiche ricevute con le foto accanto a Erdogan, Mesut Özil,  il cervello dell’Arsenal, continua a far parlare. In questa stagione, in campionato ha già saltato otto gare per diversi motivi: in tre occasioni, a dicembre, è rimasto in tribuna per problemi alla schiena, nelle ultime due gare, invece è stato tenuto fermo da alcuni problemi ad un ginocchio ma in tre occasioni o non ha convinto Emery a schierarlo o addirittura a convocarlo. Il tedesco di origini turche, anche per la partita contro il West Ham non fa parte dell’undici titolare dei Gunners. E neanche dei panchinari.

ARRUOLABILE MA… – Di conseguenza, si torna a parlare di caso Özil. L’ex trequartista del Real Madrid, nei giorni precedenti alla partita, aveva sottolineato su Twitter di essersi allenato tutta la settimana con il gruppo pubblicando una foto che lo ritrae in una delle sue fughe brucianti in partitella ai danni dell’ex Juventus Lichtsteiner. Nonostante sia tornato arruolabile, l’ex allenatore del Paris Saint-Germain, Unai Emery ha deciso di non schierarlo dal primo minuto in un match che vede la propria compagine già ampiamente rimaneggiata. Anzi, di non convocarlo proprio. Motivo? Scelta tecnica, come riporta il Mirror.

GIOCA…MA NON IN CAMPO – La domanda è una sola: se anche quando è ok fisicamente, Özil non si vede in campo, significa che c’è qualcosa che non va nei rapporti con il tecnico? Le parole di Emery sul tedesco, elogiato e bacchettato con egual costanza, non aiutano a chiarire la situazione. Certo, magari il tecnico non voleva far correre il rischio di una ricaduta al suo numero dieci nella sfida contro gli Hammers, che tra l’altro hanno schierato l’ex Samir Nasri, appena tornato a giocare dopo la squalifica e già autore dell’assist per la rete di Rice. In ogni caso, il fantasista tedesco potrà consolarsi schierandosi sempre titolare nelle sue formazioni nei videogiochi visto che, come riporta la stampa inglese, almeno in quello Özil non conosce panchina. Ci sarà anche questo nell’enorme brodaglia di motivazioni per lo scarso minutaggio stagionale?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy