Özil-Emery: dietro la rottura c’è una fascia da capitano… gettata via!

Özil-Emery: dietro la rottura c’è una fascia da capitano… gettata via!

Tra il giocatore e il tecnico è calato il gelo: il tedesco vede poco il campo e la sua cessione nella prossima finestra di mercato sembra sempre più vicina. Ma la situazione è precipitata dopo un brutto gesto compiuto dal trequartista quest’anno…

di Redazione Il Posticipo

Tra videogiochi e mal di schiena c’è stato molto di cui parlare negli ultimi mesi in casa dei Gunners. Tra Mesut Özil e il tecnico Unai Emery è calato il gelo e le recenti esclusioni del tedesco dall’undici titolare non hanno fatto altro che allontanare sempre di più il giocatore dall’Arsenal. Insomma: prove tecniche di separazione ben avviate tra i due. Secondo quanto svelato dal Mirror però la ragione della rottura non sarebbero le condizioni fisiche del trequartista, dovute alle troppe ore passate davanti ai videogiochi, ma un gestaccio compiuto dal tedesco un paio di mesi fa…

VIA LA FASCIA – Il fatto risale alla partita che i Gunners hanno giocato sul campo del Crystal Palace lo scorso ottobre (finita 2-2). Un match per cui il tedesco, secondo lo staff del tecnico, doveva rimanere in panchina. Ma Emery lo manda in campo con tanto di gradi da capitano. Durante la partita però ad Özil non andò giù la sostituzione e reagì gettando a terra la fascia. Un comportamento che mandò l’allenatore su tutte le furie: e pensare che era stato proprio lo spagnolo a inizio stagione a voler il tedesco al centro della sua squadra, nonostante lo staff dell’Arsenal nutrisse qualche perplessità. Da quel pomeriggio molte cose sono cambiate. Nonostante questo però, pubblicamente, il tecnico prova a spegnere il caso: “Abbiamo bisogno di Mesut” ha dichiarato infatti Emery alla vigilia della sfida col Burnley.

POCO PROFESSIONALE – Un atteggiamento inaccettabile quello col Crystal Palace, soprattutto considerato lo status del tedesco, che lo scorso gennaio ha firmato un accordo triennale col club diventando il giocatore più pagato del club, forte dei suoi 390.000 euro a settimana. Ma i soldi non fanno la felicità soprattutto quando sei un calciatore e sei abituato a vederne tanti. Così, dopo un buon inizio, Özil si è perso e non è riuscito ad entrare nei meccanismi di Emery. E il suo addio ora sembra sempre più lontano…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy