Occhio Juventus, Guardiola ti soffia Pavard

Occhio Juventus, Guardiola ti soffia Pavard

Il transalpino sarà uno dei pezzi forti del mercato del 2019, con una clausola molto bassa che farà scatenare le big. Ma una società su tutte potrebbe fare carte false per rendere felice il suo allenatore…

di Redazione Il Posticipo

Benjamin Pavard è stato una delle sorprese del mondiale di Russia. Il terzino francese è arrivato alla Coppa del Mondo da semi-sconosciuto. E non solo è tornato da Mosca con il trofeo, ma ha anche alzato (e di molto) le sue quotazioni per quel che riguarda un prossimo trasferimento. Strano a dirsi, ma nessuno in estate ha scommesso su di lui. Eppure c’è un ottimo motivo. Tutti i grandi club hanno deciso di provare a utilizzare la clausola rescissoria del calciatore, che secondo Kicker con 35 milioni di euro può lasciare lo Stoccarda a giugno 2019 senza che i tedeschi possano fare molto per trattenerlo.

PRETENDENTI – Di conseguenza, è partito il corteggiamento al ragazzo, che a questo punto potrebbe avere l’imbarazzo della scelta, visto che secondo Le 10 Sport sulle sue tracce c’è buona parte della nobiltà continentale. Ovviamente il Bayern cerca di portare l’ennesimo talento passato per la Bundesliga in Baviera, ma anche al di fuori della Germania non manca l’interesse. C’è l’onnipresente Barcellona, ma anche la Juventus, che può puntare il francese per puntellare la sua fascia destra, ma anche la difesa centrale. Già, perchè una delle caratteristiche migliori del ragazzo è proprio la capacità di ricoprire più ruoli con ottimi risultati. Ed è proprio qui che per le pretendenti a Pavard potrebbero cominciare i problemi…

GUARDIOLA – Soprattuto se a scendere in campo, come suggerisce il Sun, potrebbe essere Pep Guardiola. Che per i calciatori eclettici ha una certa passione e che in Pavard troverebbe l’anello mancante del suo splendido Manchester City. Il transalpino, infatti, sarebbe il perfetto esterno di destra per riproporre la difesa a tre, che in Premier resta il sogno tattico finora quasi proibito per l’ex allenatore del Barça. Un calciatore in grado di disimpegnarsi sia al centro della retroguardia sia che di scalare sul lato e ritrovare quello che è il suo ruolo naturale. E se il futuro di Pavard si gioca sulla capacità di convincerlo a scegliere un progetto, l’intervento di Guardiola rischia di lasciare poche speranze agli altri. Se uno dei migliori tecnici del mondo dovesse prospettare al francese di diventare il cardine dei suoi sogni calcistici, potrebbe diventare difficile dire di no…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy