Novese addio e il giocatore più scarso di FIFA 17: curiosità

Novese addio e il giocatore più scarso di FIFA 17: curiosità

di Redazione Il Posticipo

Nella settimana del super week end calcistico, ecco selezionata per voi una bella carrellata delle notizie calcistiche più curiose della settimana. Due minuti di spensierata lettura. DA DIVERSAMENTE ABILI A INSUPERABILI Si chiamano Nicolas, Simone, Andrea e Davide. Hanno dai 23 ai 28 anni, e sono diversamente abili. Anche se loro preferiscono farsi chiamare gli Insuperabili, che è anche il nome della Scuola calcio dove si sono conosciuti, la stessa che a Torino ha aperto il primo negozio di abbigliamento sportivo, impiegandoli come commessi. «Abbiamo cominciato quattro anni fa quasi per caso: stavamo cercando una scuola di calcio per una nostra amica affetta da sindrome di Down», racconta Davide, 34 anni, presidente di Insuperabili Onlus, a La Stampa. Da allora il progetto è cresciuto: oggi sono circa 150 i tesserati a Torino. E l’anno scorso sono entrati a far parte della Reset Academy, l’accademia dei giovani calciatori il cui presidente onorario è Marcello Lippi. Una bella storia. NOVESE ADDIO: FU CAMPIONE D’ITALIA NEL 1922 L”Unione Sportiva Novese, pezzo di storia del calcio italiano fondata nel 1919, non esiste più. Il 7 novembre 2016 è la data ufficiale della sua scomparsa. Il tribunale, ha emesso la sentenza di fallimento del club biancoceleste, campione d’Italia nel 1922. Il club è stato radiato dalla Figc. FUORI DAL CAMPO SAN MARINO BATTE GERMANIA San Marino-Germania 0-8. Nessuna sorpresa, ma la partita ha avuto uno strascico polemico inaspettato. “San Marino non ha nulla a che fare con il calcio professionistico”, aveva detto Rummenigge. Ancora più duro Thomas Müller: “Non capisco il senso di partite così impari come queste”. Ma a San Marino non sono rimasti in silenzio e hanno replicato, con un piccolo decalogo: “Il calcio non è di vostra proprietà – si legge nel post pubblicato dal responsabile della comunicazione della nazionale di San Marino, Alan Gasperoni – ma è di tutti coloro che lo amano tra i quali, che lo vogliate o no, ci siamo anche noi”. GLI ITALIANI SEGUONO IL CALCIO MA VANNO IN PISCINA Gli italiani seguono il calcio, sognano la Formula Uno e praticano il nuoto. È quanto emerge dall’indagine “Le discipline sportive – analisi dell’interesse e della pratica in Italia”, condotta da StageUp e Ipsos e riguardante la popolazione nazionale fra i 14 e i 64 anni (39,6 milioni di individui). Sono 4.169.000, fra agonisti e amatori, gli italiani che si cimentano in vasca (con una prevalenza delle donne – 52% – e dei giovanissimi fra i 3 e i 10 anni – 24%), contro i 3.952.000 calciatori. Terzo, ma nettamente staccato, è il ciclismo, con 1.661.000 praticanti. NOTIZIE CURIOSEGUAI CON LA COCAINA PER UN EX GIOCATORE DELLA SERIE A L’Uefa ha squalificato per due anni il centrocampista finlandese Roman Eremenko, trovato positivo alla cocaina dopo un test antidoping effettuato successivamente alla gara tra CSKA Mosca (dove gioca) e il Bayer Leverkusen terminato 2-2. Lo scorso 6 ottobre era stato già sospeso in via cautelativa. Eremenko ha giocato diverse stagioni in serie A con Udinese e Siena. IL GIOCATORE PIU’ SCARSO DI FIFA 17 Il portiere classe ’97 del Leyton Orient, squadra della Football League Two inglese, Sam Sargeant da quest’anno rientra tra i giocatori presenti in Fifa 17. E’ lui però il giocatore con il valore più basso dell’intero gioco. Lo ha raccontato lui stesso al portale Dreamteamfc.com: “Da bambino cresci sognando di essere nel gioco, quindi anche se penso che le mie statistiche sono basse, è bello vedere la mia faccia nella carta di FUT. Quando ho visto i valori la prima volta ho pensato che nessuno mi avrebbe usato nel gioco eccetto me stesso“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy