Nicki Bille, dalla Serie A a una sparatoria a Natale

Nicki Bille, dalla Serie A a una sparatoria a Natale

Il danese, ex calciatore della Reggina, si è beccato una pallottola su un braccio durante una lite il giorno di natale. Nulla di nuovo per un personaggio che per problemi con la legge…rivaleggia con Bendtner!

di Redazione Il Posticipo

Il nome di Nicki Bille Nielsen potrebbe far accendere la spia nel cervello di qualche appassionato di calcio. Di certo il ragazzo, che ormai ha trent’anni, se lo ricordano bene sullo Stretto. A Reggio Calabria l’attaccante danese è arrivato giovanissimo, ma non ha trovato molta fortuna. Sette presenze e nessun gol in Serie A, leggermente meglio (due presenze e una rete, contro il Chievo) in Coppa Italia. Poi, dopo un paio di prestiti a Martina e Lucchese, Bille se ne è tornato in patria, per continuare una carriera che lo ha visto giocare anche in Spagna, Francia, Norvegia, Polonia e in Grecia. Ora però l’ex Reggina è finito in prima pagina…per i motivi sbagliati.

SPARATORIA – Una bella pallottola in un braccio durante una lite. Il giorno di Natale. Non il modo migliore di festeggiare la ricorrenza, visto che alla fine c’è stata tanta paura e un’accusa di tentato omicidio. Come riporta il quotidiano danese Ekstra Bladet, l’attaccante è stato coinvolto in una rissa davanti a casa sua, terminata con dei colpi di pistola. Uno di questi ha colpito al braccio l’ex calciatore della Reggina, che però è riuscito a scappare e a indirizzare la polizia verso due persone, una donna e un uomo, attualmente sotto la custodia delle forze dell’ordine, con l’accusa di aver attentato alla vita del classe 1988.

COME BENDTNER – Una vita spericolata quella di Bille, che non è nuovo a finire sui giornali più per la cronaca che per i gol. Neanche un anno fa, riporta il Sun, il calciatore è stato condannato a un mese di prigione per aver colpito una donna che secondo lui stava per strangolare sua moglie. Ai tempi del Rosenborg, è stato anche arrestato per aver picchiato un poliziotto e aver fatto resistenza. Insomma, una specie di Bendtner ante-litteram, con cui condivide l’anno di nascita e la passione per i guai, ma non il fiuto del gol. Per Bille solo tre presenze in carriera con la maglia della nazionale, contro le 30 in 81 presenze per Lord Nicklas. Che però non si è mai beccato una pallottola. Almeno…finora!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy