Neymar, telefono…casa! Cinque chiamate al Barça pregando di poter ritornare

Neymar, telefono…casa! Cinque chiamate al Barça pregando di poter ritornare

Un anno e mezzo dopo il suo trasferimento, il brasiliano sembra tutt’altro che felice sotto la Tour Eiffel e il suo entourage lo sta facendo capire forte e chiaro. C’è un problema però: O Ney pensa sì al ritorno, ma anche ai suoi vecchi premi rimasti insoluti…

di Redazione Il Posticipo

Se, telefonando, io potessi dirti addio, ti chiamerei” diceva una vecchia canzone. E nel testo, poco dopo, veniva rincarata la dose: “Ma non so spiegarti che il nostro amore appena nato è già finito”. Storia di Neymar sotto la Tour Eiffel. Che la scintilla tra il brasiliano e il club parigino non sia scoccata è risaputo, ma stupisce quanto trapela nelle ultime volte: a quanto pare infatti i telefoni dell’entourage dell’attaccante sarebbero piuttosto bollenti. Il numero chiamato però non avrebbe di certo il prefisso francese. Ma accanto alla voglia di tornare ci sarebbe anche quella di monetizzare…

IL TELEFONO SCOTTA – Secondo quanto rivelato dal El Mundo, il brasiliano infatti avrebbe chiamato il Barcellona cinque volte per capire se sia possibile ritornare in Catalogna. A farsi sentire negli ultimi mesi, in cinque occasioni diverse, sarebbe stato l’entourage del giocatore, col padre-agente in prima fila, che avrebbe assicurato alla dirigenza blaugrana, presidente Bartomeu compreso, che il figlio “si è pentito per aver lasciato il club nell’estate 2017” . Obiettivo? Farlo ritornare a Barcellona. I primi contatti si sarebbero verificati durante l’ultima parte della scorsa stagione e sarebbero continuati recentemente. Secondo quanto riportato dal padre, il figlio sarebbe deluso per “la mancanza di progetti sportivi” della squadra allenata da Thomas Tuchel. Insomma i soldi non farebbero la felicità: le critiche del brasiliano arrivano nonostante il suo stipendio sia di 40 milioni di euro all’anno.

SPINA PREMIO – Il Barcellona però avrebbe stoppato i colloqui sul nascere di fronte a un problema: è impossibile parlare infatti di un ritorno finché l’entourage dell’attaccante continua a chiedere il pagamento del premio per il rinnovo firmato col club spagnolo prima di andarsene. Sembra che il brasiliano pretenda di incassare l’intera cifra nonostante ora sia in un altro club. Per la cronaca: si tratterebbe di 63 milioni di cui Neymar ne avrebbe già incassati la metà. Il Barcellona si rifiuta di dover pagare l’altra parte perché l’attaccante ha deciso di rompere il suo contratto andando altrove. Tra le due parti ci sarebbe un vero e proprio braccio di ferro che spegne sul nascere tutto il resto: il Barça ritiene inaccettabile il comportamento di O Ney e solo le vie legali potranno risolvere la questione.

CONTRATTO COL PSG – Il 31 gennaio si terrà il primo incontro tra il club e il brasiliano per discutere il primo rinnovo del giocatore da quando è arrivato dopo aver lasciato il Camp Nou. Negli ultimi mesi il malcontento di Neymar al Psg non è un segreto. Nei giorni scorsi Tuchel ha provato a spegnere il caso: “O Ney si sente molto felice nel club. Ho la sensazione che voglia dimostrare di poter diventare un leader del PSG e questo è grandioso per noi”. Frasi che suonano di circostanza: Neymar avrebbe riferito infatti ai suoi compagni la volontà di ritornare al Barcellona. Certo, se rinunciasse anche ai suoi vecchi premi rimasti insoluti, sarebbe tutto più semplice.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy