Neymar, niente Real Madrid se arriva Pochettino

Neymar, niente Real Madrid se arriva Pochettino

Secondo Don Balon, il brasiliano starebbe ponendo le sue condizioni per il trasferimento al Bernabeu. E vorrebbe avere voce in capitolo sulla scelta del successore di Zidane.

di Redazione Il Posticipo

Il suo futuro lo deciderà anche lui stesso, ma secondo Don Balon il papà di Neymar si sarebbe già mosso nell’interesse del suo corteggiatissimo figlio. Obiettivo? Intervenire sulla scelta del prossimo tecnico del Real Madrid. Ma O’Ney non è sotto contratto con il Paris Saint-Germain? Ecco, appunto, la questione è tutta lì. Se, come si vocifera ormai da mesi, il brasiliano dovesse davvero tornare in Spagna per accasarsi al Bernabeu, lo farebbe alle sue condizioni. E da quel che riporta la celebre testata, vorrebbe avere addirittura voce in capitolo riguardo la scelta del prossimo allenatore delle Merengues. Ponendo un veto importante, capace di eliminare dalla corsa uno dei favoriti alla successione di Zidane.

NO A POCHETTINO, LÖW E KLOPP OK – No a Pochettino, considerato un profilo poco vincente. Don Balon sostiene che Neymar vorrebbe evitare di vivere la stessa esperienza già affrontata a Parigi, dove si è trovato a condividere lo spogliatoio con Emery, ritenuto un tecnico poco esperto ad alti livelli, Evidentemente, per O’Ney, l’allenatore del Tottenham non è il profilo giusto per rilanciare il Real del dopo Zidane e, chissà, del dopo Ronaldo e Bale. E la testata spagnola suggerisce anche chi, invece, avrebbe l’assoluto gradimento del brasiliano. In primis Löw, campione del mondo in carica e simbolo dei tecnici silenziosi e vincenti. E poi Klopp, l’altro lato della medaglia, che Neymar riterrebbe più preparato di Pochettino.

PRIMA NEYMAR, POI IL TECNICO – Quindi, Neymar sceglie l’allenatore del Real? Sembra fantascienza, eppure Florentino Perez ci ha abituato a grandissimi colpi. E, aggiunge Don Balon, anche stavolta potrebbe addirittura prediligere un calciatore d’impatto a un tecnico di grido. Chiunque arriverà sulla panchina del Santiago Bernabeu, dovrà accettare l’arrivo del numero 10 del Brasile. Il presidentissimo vuole rilanciare il club e quale modo migliore che portare a Madrid il grande ex del Barcellona, l’unico forse in grado di sostituire, in campo e nel cuore dei tifosi, l’idolo assoluto Cristiano Ronaldo? Intanto, alla Casa Blanca, non sembrano avere fretta. In primis perchè la stagione è appena finita e perchè, in fondo, il Real prende più o meno chi vuole. E poi anche perchè, se Don Balon avesse ragione, ci sarebbero un po’ troppe situazioni da sistemare, difficili da far combaciare immediatamente….

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy