Neymar infiamma il mercato e regala un indizio: “Mi piacerebbe davvero giocare con…”

Neymar infiamma il mercato e regala un indizio: “Mi piacerebbe davvero giocare con…”

In un momento in cui il suo nome torna di moda per il Real Madrid, O’Ney strizza l’occhio a quello che è l’altro grande candidato per diventare un nuovo Galactico. E vuoi vedere che alla fine Florentino deciderà di prendere sia lui che Hazard?

di Redazione Il Posticipo

Neymar, basta il nome per accendere le polemiche. Che sia considerato un campione o un sopravvalutato, un tuffatore o un tartassato, difficile che le sue dichiarazioni non si portino dietro una scia di retropensieri. Il brasiliano, dal canto suo, non fa davvero nulla per evitarlo. Lo dimostrano le ultime dichiarazioni, rilasciate a Fox Sports. In un momento in cui il suo nome torna di moda per il Real Madrid, O’Ney strizza l’occhio a quello che è l’altro grande candidato per diventare un nuovo Galactico. E vuoi vedere che alla fine Florentino deciderà di prendere entrambi?

IL GIARDINO DELL’EDEN – Il collega con cui Neymar vorrebbe davvero giocare è infatti…Eden Hazard, obiettivo conclamato dei Blancos da qualche anno. Così come O’Ney, da sempre in cima alle preferenze di Perez, ma ancora mai arrivato a Madrid. Perchè Hazard? “È un giocatore diverso e ha uno stile di gioco simile al mio”. Quindi, se qualcuno avesse dubbi su una convivenza, non ci sarebbero problemi. Differenti, ma compatibili. Ma si può andare al Real dopo aver lasciato il Barcellona? Chissà, perchè il brasiliano porta i colori blaugrana nel cuore: “Sono andato via perchè sentivo che era arrivato il momento di una nuova sfida, di confrontarmi con difficoltà differenti. Ma sono ancora innamorato del Barcellona, mi sento con i miei ex compagni. Però ho capito che era il momento di una nuova esperienza”.

TUFFI E CARNEVALE – A Fox Sports Neymar parla anche di altro. Per esempio, del Carnevale trascorso a Rio de Janeiro in piena riabilitazione dall’infortunio. Delle voci che non hanno fatto piace nè a lui nè…a suo padre. “Sono state critiche esagerate, ero in grado di camminare ed ero in riabilitazione ormai da due mesi. Ma quello che mi fa stare male è ricevere critiche da calciatori ed ex calciatori, che magari hanno anche fatto di peggio di quello che ho fatto io”. E poi non può mancare il riferimento all’etichetta da simulatore. Un qualcosa che O’Ney proprio non accetta e non capisce: “Mi faccio male cercando di stare in piedi e la gente mi chiama simulatore perchè cado…”. Altre polemiche, dunque. Ma con Neymar, difficile aspettarsi altro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy