Nervosismo Ibra, prende il portiere avversario per la gola e lo spinge a terra: “Normale, lui è contento solo quando segna…”

Nervosismo Ibra, prende il portiere avversario per la gola e lo spinge a terra: “Normale, lui è contento solo quando segna…”

Nove gol in dieci partite sono tanti, ma se le ultime tre finiscono con i Galaxy che non riescono a portare a casa uno straccio di punto, normale che lo svedese…si innervosisca un po’. E a farne le spese è stato Johnson, il portiere del NYCFC. Che poi però ha preso in giro Zlatan…

di Redazione Il Posticipo

Zlatan Ibrahimovic, basta la parola. Al punto che la MLS, al momento attuale, può essere tranquillamente definita attraverso le prestazioni e le polemiche che lo svedese si porta appresso. In campo però le cose non vanno benissimo per i Galaxy. Ibra ha spiegato che ha deciso di rimanere per provare a vincere anche negli Stati Uniti, ma il piano del Colosso di Malmö al momento sta soffrendo più di qualche frenata. Nove gol in dieci partite sono tanti, ma se le ultime tre finiscono con la sua squadra che non riesce a portare a casa uno straccio di punto, normale che lo svedese…si innervosisca un po’.

GOLA – E quindi, dopo la simulazione contro i Columbus Crew, arriva…una mossa di wrestling contro il New York City Football Club. Una specie di chokeslam, roba da far impallidire The Undertaker. Ma non abbastanza…per beccarsi il rosso. Tutto accade al minuto 85, quando i Galaxy sono sotto di due gol, uno dei quali firmato dall’ex Atalanta Maxi Moralez. In area del NYCFC si scatena un piccolo parapiglia e, ovviamente, dove c’è una rissa c’è Ibra. Lo svedese decide di prendersi cura di Sean Johnson, portiere dei newyorchesi e della nazionale statunitense. E lo fa acchiappandolo per la gola e spingendolo verso il terreno. Risultato, giallo per entrambi.

FRUSTRAZIONE -Una scena che, seppure non così fuori dal repertorio di Ibrahimovic, sottolinea bene il nervosismo dell’ex Juventus, Inter e Milan. La squadra non gira, subisce troppi gol e anche i buoni numeri personali dello svedese non sono abbastanza per rendere i Galaxy una delle favorite al titolo. E Johnson, come riporta il sito ufficiale della MLS, sposa in pieno questa tesi, prendendo anche in giro Zlatan… “Anche io al posto suo sarei frustrato. E non posso certo biasimarlo perchè lo era a quel punto della partita. Ovviamente noi abbiamo fatto del nostro meglio e gli abbiamo impedito di segnare. E dato che lui è contento solamente quando segna, direi ottimo lavoro”. Buona idea quella di gettare benzina sul fuoco da parte del portiere? Chissà. Per sua fortuna, le due squadre non si potranno più incontrare in stagione se non ai playoff!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy