Napoli, con il Milan è…triplice alleanza

Napoli, con il Milan è…triplice alleanza

Napoli e Milan, fra campo e mercato. Di certo i rapporti fra le due società sono buoni. Non si parla di favori, ma potrebbe nascere una curiosa alleanza.

di Redazione Il Posticipo

Il Napoli e la triplice alleanza con il Milan. Questione di campo e mercato. Un intreccio che si potrebbe sciogliere sotto forma di grandi intese. Dopo il passaggio di Reina in rossonero, infatti, si potrebbe concretizzare un’altra ipotesi. Il passaggio di Suso al Napoli. Impossibile? Neanche tanto.

Suso e la clausola

Il secondo elemento della triplice alleanza è Suso. Lo spagnolo ha firmato il rinnovo di contratto lo scorso anno, ma non è affatto certo di restare in rossonero. In primis, vi è una clausola: servono quaranta milioni di euro per sfilargli la maglia del Milan. Una cifra non impossibile per il Napoli, che ha in mente un attacco di grandissimo livello per la prossima stagione. Una batteria formata da Suso, Callejon, Insigne, Mertens e Milik è pìù che sufficiente per accontentare le esigenze di “profondità” della rosa per essere finalmente competitivi su tutti i fronti.

Suso, l’ideale per Sarri

Suso è l’esterno ideale per il gioco di Sarri. Un talento assoluto, che abbina qualità e quantità. Nel Milan è di gran lunga il più incisivo, sebbene sia stato penalizzato da una gestione che non ne ha esaltato le qualità, costringendolo a crearsi occasioni quasi da solo. Con l’arrivo di Gattuso le cose sono migliorate, ma è indubbio che lo spagnolo, così come tutti, ambisca a qualcosa di diverso. Resta da capire se il Milan sia pronto, il prossimo anno, a regalargli prospettive di vertice e competitività. Suso è legato alla società rossonera ma non ha intenzione di invecchiare aspettando di vincere. Anche le dichiarazioni piuttosto sibilline sulla possibile permanenza a Milano hanno fatto drizzare le antenne al Napoli. Giuntoli è pronto ad accoglierlo.

Triplice alleanza…

L’ultimo elemento della triplice alleanza è il…campo. Il Napoli è tornato a sperare dopo la frenata dei bianconeri a Ferrara. In questo senso, l’ “aiuto” del Milan può essere fondamentale. Il Milan deve affrontare sia la Juventus che il Napoli e non può permettersi regali a nessuno delle due, ma c’è una differenza di tempistica importante. I rossoneri affronteranno i rivali storici prima dello scontro diretto fra Juventus e Napoli e alla vigilia del quarto di finale con il Real Madrid. Quanto basta per rappresentare un incrocio decisivo in chiave scudetto, e magari coincidere con l’aggancio ai bianconeri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy