Napoli, tre rinnovi spinosi e un acquisto in prospettiva?

Napoli, tre rinnovi spinosi e un acquisto in prospettiva?

Il Napoli deve fare i conti con Giuffredi. L’agente può ridurre all’osso la difesa di Sarri. C’è da discutere di Hysaj, Mario Rui e Sepe. E di…Donnarumma.

di Redazione Il Posticipo

Il Napoli vola in vetta alla classifica, ma occhio al mercato. Alcune incomprensioni rischiano di tarpare le…ali al Napoli. Anzi, più che le ale, gli esterni bassi. Hysaj e Mario Rui appartengono alla stessa scuderia, gestita da Mario Giuffredi. Un agente che non le manda a dire. E dalle sue attività dipende più di qualche manovra azzurra, anche in ottica futura.

Senza difesa?

Giuffredi punta, senza mezzi termini, a un rinnovo per Mario Rui e un adeguamento contrattuale per Hysaj. I due esterni, specialmente l’albanese, hanno retto in piedi il Napoli, garantendo efficacia in fase difensiva e altrettanta in attacco. L’ottima stagione dell’esterno destro rientrava, per certi versi, nelle aspettative della società azzurra, evidentemente sorpresa, invece, dalla piega presa dal terzino portoghese che, una volta ritrovate condizione, fiducia e morale, è diventato un perno della squadra. La rete a Cagliari è solo l’ultima perla di un corollario che rischia di…costare tantissimo al Napoli. Hysaj e Mario Rui, infatti, sono divenuti due pezzi pregiati di mercato e Giuffredi ne ha fatto…tesoro. Del resto, curare gli interessi dei propri assistiti è il suo lavoro.

Hysaj e Rui, due calciatori da blindare…uno da prendere

Risultato: il Napoli deve blindare Hysaj e premiare Rui per mettersi al riparo da brutte sorprese. E, già che ci siamo, sistemare anche la questione concernente Sepe, altro calciatore della scuderia di Giuffredi che, in un colpo solo, potrebbe privare il Napoli dei portieri (considerando anche Reina prossimo all’addio) e di due pedine fondamentali per la difesa. E infine c’è anche da parlare di Donnarumma. Non del portiere, certo, ma dell’attaccante dell’Empoli che sta facendo faville in serie B. Napoletano verace (di Castellammare di Stabia), non disdegnerebbe un ruolo, anche come comprimario, nel Napoli edizione 2018/2019 e nei prossimi incontri forse si parlerà anche di lui.

Insomma, Giuffredi e la dirigenza si dovranno vedere e anche presto, sebbene la pressione mediatica non abbia certo fatto piacere alla società. Aurelio De Laurentiis non ama essere preso per il collo, anzi, è abituato a trattare con star del cinema, capricciose almeno quanto i calciatori. Ergo difficilmente si lascerà impressionare dalle pretese giustificate di un procuratore che ha colto sì la palla al balzo, ma nel momento meno opportuno. Il Napoli è concentratissimo nella lotta scudetto e l’ultima cosa di cui ha bisogno, e voglia, è pensare ai rinnovi contrattuali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy