Napoli, dopo il mercato-non-mercato a rischiare è Giuntoli

Napoli, dopo il mercato-non-mercato a rischiare è Giuntoli

Il Napoli cicca il mercato di riparazione e De Laurentiis ha individuato il colpevole: Giuntoli, se la stagione dovesse finire senza titoli, andrà via.

di Redazione Il Posticipo

E adesso rischia Giuntoli. Aurelio De Laurentiis è stanco di finire sempre in mezzo alla gogna mediatica al termine di ogni sessione di compravendita e questa volta ha individuato nel direttore sportivo ex Carpi il colpevole di un mercato non all’altezza delle aspettative di una squadra che mira a vincere lo scudetto.

Giuntoli, quanti errori

La condotta di Giuntoli nel mercato di gennaio non è stata del tutto scevra da errori, anche gravi. Il presidente si è indispettito di fronte ai continui “no” incassati. Ed è rimasto amareggiato (eufemismo) dall’insistenza nel inseguire e poi perseguire obiettivi impossibili. Verdi voleva completare il suo ciclo il suo ciclo a Bologna. Politano invece era stato dichiarato incedibile dal club. E attaccarsi alla (seppur evidente) manovra di disturbo della Juventus appare una scusa. Un grande club è comunque capace di portare a casa un acquisto anche attraverso un piano B che evidentemente non c’era. La sensazione invece è che Giuntoli si sia ritrovato in piena confusione e che abbia cercato di rattoppare una situazione sfuggitagli di mano cercando soluzioni cervellotiche.

Il dispiacere non diventi rimpianto

Paradossalmente, il Napoli è uscito depotenziato dalla campagna di rafforzamento. Via Maksimovic e Giaccherini e nessun arrivo realmente incidente nell’economia qualitativa di una rosa che adesso è ancora più ristretta. Sarri deve vincere lo scudetto con una squadra inferiore alla Juventus e senza ricambi all’altezza. Il vero dubbio è che la delusione possa trasformarsi in rimpianto. Il Napoli ha già sacrificato, sull’altare della competitività per il titolo, la Champions e la Coppa Italia. Sarebbe difficile, se non impossibile, ingoiare un’altra amarezza. Il Napoli si gioca lo scudetto, un’occasione che non capita raramente da quelle parti, indebolito e con l’aggravante di non aver cercato di fare il possibile per centrare il titolo. E se il Napoli si ritroverà con il fiatone in primavera e dovesse perdere il campionato, beh, il destino di Giuntoli sarebbe segnato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy