Nani e Caicedo: la doppia chance di Inzaghi

Nani e Caicedo: la doppia chance di Inzaghi

Inzaghi a Bucarest con Nani e Caicedo. Il tecnico antepone il Verona all’Europa League. Contro l’Hellas non si può sbagliare, mentre contro la Steaua…si gioca solo il primo tempo.

di Redazione Il Posticipo
tare

La Lazio fra color che son sospesi…fra il palco della Champions e la realtà dell’Europa League. In questa ottica, Inzaghi ha fatto le sue scelte. Turnover in Europa League contro la Steaua Bucarest che, di grande, ha soltanto il nome. Non c’è traccia né di quella squadra capace di vincere la Coppa dei Campioni né di quella società del 1986. “Questa” Steaua è altro. E comunque non sembra all’altezza anche di una Lazio a “scartamento ridotto”.

Occhio a quei due: Nani e Caicedo

Inzaghi cercherà di mettere al sicuro la qualificazione affidandosi a Caicedo e Nani. Una pantera e una freccia che, anche strutturalmente, possono coesistere. Nani è un giocatore duttile, che può ricoprire più ruoli. Del resto, i gol sono sempre stati messi in secondo piano nella carriera del portoghese: settantanove, a fronte di centododici assist. Con Caicedo formano la coppia di attaccanti “nostalgica” per eccellenza. Il sudamericano è il classico attaccante grande e grosso, che ingaggia duelli con i centrali difensivi e funge quasi da ariete, forzando la linea e costringendola ad arretrare. Di fisico o velocità nel breve, Caicedo è anche in grado di far male allo Steaua come già accaduto a Nizza. Nani, invece, è il giocatore ideale per girare intorno all’attaccante dell’Ecuador anche partendo da più dietro.

Un modulo cucito addosso

Il canovaccio tattico non è neanche troppo difficile da immaginare. Caicedo riceve palla, la copre e ha due scelte. Spalle alla porta, giocare con e per i compagni, oppure dettare il passaggio, sfruttando la fantasia di Nani che può attaccare lo spazio o chiedere e ottenere il triangolo dall’ecuadoriano. La coppia ha tutte le capacità, anche tecniche, per dialogare nello stretto. Due punte, dunque, ben acuminate da usare o riporre nella faretra. Inzaghi, se dovessero fare cilecca, ha comunque Immobile e Luis Alberto pronti a prenderne il posto. Senza rischiare troppo. Nell’arco dei 180’ una scelta logica. Del resto contro il Verona non si può sbagliare, mentre con la Steaua si gioca solo il primo tempo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy