Milan, contro il Napoli una conferma e una sorpresa

Milan, contro il Napoli una conferma e una sorpresa

Il Napoli conferma che Musacchio può ancora essere un giocatore da Milan. Kalinic, invece, sciupa l’ennesima occasione dopo il lampo con il Sassuolo.

di Redazione Il Posticipo

Milan fra sorprese e conferme. La sfida con il Napoli rinnova la sensazione che il mercato rossonero debba essere incentrato soprattutto sulla ricerca di un attaccante che raggiunga serenamente la doppia cifra. La difesa, invece, è più che a posto. Senza la coppia centrale titolare, Gattuso ha retto l’urto di uno degli attacchi più prolifici del campionato. Lì davanti, però, si continua a faticare maledettamente.

KALINIC – Il primo caso riguarda quello di Kalinic. Il croato, dopo il gol con il Sassuolo, è stato riproposto dal 1′ ma non ha mostrato grandi progressi. Rimane sempre il principale indiziato per una cessione capace di generare plusvalenza. Del resto la situazione non si presta a chissà quali interpretazioni. Il centravanti ex viola ha chiesto delle garanzie, ma sarebbe anche il caso che le fornisse. Il Milan lo ha appoggiato e difeso anche quando è stato travolto dalle critiche dei tifosi (peraltro giustificate dal rendimento), ma il croato sembra soffrire più del dovuto l’incertezza del posto da titolare. Cinque gol, però, non sono abbastanza per avanzare pretese. Anzi, a conti fatti, forse (anche senza forse) è il Milan ad essere in credito.

MUSACCHIO – Situazione diametralmente opposta, invece, per Musacchio che, rispetto al collega, ha saputo sfruttare al meglio l’occasione concessagli. Finito fuori dai radar, il difensore argentino ha mostrato il proprio valore. Attento, concentrato, preciso. Ha pagato, più degli altri, lo scotto del cambio di allenatore e di modulo. Nella difesa a quatto è dietro a Romagnoli e Bonucci. Quanto basta per rendere la sua permanenza incerta? Beh, l’argentino avrebbe già comunicato alla società rossonera la propria volontà: è disposto a restare a Milano e giocarsi il posto. Il rapporto con l’ambiente è ottimo e, al netto dello scarso utilizzo, non vi sono frizioni con il tecnico. Dunque tutto lascia pensare a una riconferma. Preziosa. Se il Milan ritrova il miglior Musacchio, è un acquisto in più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy