Mourinho difende Pochettino e stuzzica l’ex perdente Klopp: “Difficile uscire sconfitti da tre finali di Champions… Anche da due!”

Mourinho difende Pochettino e stuzzica l’ex perdente Klopp: “Difficile uscire sconfitti da tre finali di Champions… Anche da due!”

Il tecnico portoghese è rimasto colpito positivamente dal risultato ottenuto dal manager tedesco. Nei confronti di quello del Tottenham invece lo Special One ha espresso un messaggio di vicinanza dopo una sconfitta dura da digerire

di Redazione Il Posticipo

José Mourinho sa come si arriva in finale di Champions… e che cosa serve per conquistare la Coppa! Il portoghese però conosce solo la vittoria nell’ultimo atto della massima competizione calcistica europea: lo Special One l’ha conquistata con l’Inter (2009-10) e prima ancora col Porto (2003-04). Questo però non gli ha impedito di calarsi nei panni di Mauricio Pochettino dopo aver stuzzicato un pochino il campione d’Europa Jürgen Klopp.

TRE FINALI – Klopp si è rifatto con gli interessi! Prima della finale del Wanda Metropolitano, il manager non aveva ancora vinto niente sulla panchina del Liverpool, dove è sbarcato nell’ottobre 2015: i Reds festeggiano la sesta Champions della loro storia e il manager può finalmente gioire. Mou ha commentato il riscatto del collega, che era reduce da due sconfitte di fila in finale (Liverpool-Real 2017-18 e Dortmund-Bayern 2012-13). Lo Special One si è congratulato col rivale dopo averlo punzecchiato un po’ ai microfoni di beIN Sports: “Trovo difficile perdere la terza finale di Champions. Deve essere già molto difficile perderne due… Oggi è un giorno fenomenale della sua vita e della sua carriera, sono molto contento per Klopp”. Decisamente più poetico però quanto accaduto a Pochettino…

“DRAMMA” – Mou ha espresso anche tutta la sua vicinanza nei confronti del manager argentino, uscito sconfitto dal Wanda: “Questo è il dramma del calcio e a volte non è giusto. Mauricio ha fatto quattro anni molto buoni con gli Spurs, li ha portati in finale di Champions e sta ancora aspettando di vincere il primo trofeo non solo col Tottenham, ma anche della sua carriera. Mi dispiace molto. Il portoghese aveva difeso entrambi i manager prima del fischio d’inizio: “Penso che non si giusto chiamare ‘fallito’ nessuno dei due. Dopo il risultato di stasera, non è giusto dire che uno dei due è fantastico, mentre l’altro è un perdente. Nessuno dei due merita di essere chiamato così perché hanno fatto qualcosa di incredibile per arrivare fino a qui”. L’anno prossimo Pochettino si vendicherà?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy