Mou boccia il suo United? “Non paragonatelo a quello del passato”

Mou boccia il suo United? “Non paragonatelo a quello del passato”

Lo Special One non ha usato mezzi termini dopo il pareggio con l’Arsenal. Come la avranno presa i suoi giocatori? Forse ci stanno facendo il callo: dall’inizio della stagione non sono certo piovuti complimenti nei loro confronti…

di Redazione Il Posticipo

Manchester… Disunited? No, dalla prestazione offerta dai Red Devils contro l’Arsenal non si può dire che sia mancata la voglia. Mourinho lo pensa davvero, ma non si accontenta. La sua squadra ha totalizzato finora 12 punti in casa e 11 fuori, insomma il famoso “fattore Old Trafford” che in passato fece le fortune del Manchester di Sir Alex Ferguson sembra appartenere all’album dei ricordi. Negli scorsi mesi tante stelle di quella squadra hanno criticato duramente Mou, su tutti Gary Neville e Paul Scholes, due veterani che lo Special One non tira infatti in ballo quando qualcuno lo mette davanti a un paragone troppo forte per essere mandato giù.

“NON C’È PARAGONE” – Come riporta FourFourTwo, José Mourinho ha approfittato del pareggio con l’Arsenal per ribadire un concetto molto chiaro: “Non sono d’accordo con quelli che provano a paragonare la mia squadra con quella di Roy Keane, Ruud van Nistelrooy e Nemanja Vidic… Dateci tregua e tempo. Oggi sono felice per il cuore che ci abbiamo messo, ma non siamo stati costanti e uniti. Ogni volta che De Gea aveva il pallone, tutti i miei difensori sembravano impauriti. Voglio una squadra diversa”. Insomma, vietato paragonare il sacro col profano perché di difetti ce ne sono. Ma dopo il bastone, carotina per tutti: “Oggi ho visto un grande spirito e gente pronta a combattere duramente. I miei giocatori erano veramente stanchi alla fine. Alcuni di loro non aveva giocato molto in stagione, Smalling era in condizioni critiche”.

E POGBA? – Lo Special One ha fatto un  po’ di turnover rispetto alle ultime uscite: Lukaku e Pogba in panchina sono subentrati nel secondo tempo. Al portoghese però non è dispiaciuta la prova del centrocampista: “Paul ha giocato bene nei 15 minuti in cui è stato in campo, quando i nostri difensori non ne avevano più”. Però non poteva mancare la frecciatina del giornalista di turno, che ha visto lo United “più felice” senza i due giocatori dall’inizio. Secca la replica di Mou: “Non capisco che cosa stai cercando di dirmi. Oggi Pogba ha dato una grande mano alla squadra”. Insomma, questa volta i colpevoli vanno cercati altrove.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy