Neymar chi? Milner demolisce un record pazzesco della Champions League

Neymar chi? Milner demolisce un record pazzesco della Champions League

Milner celebrato dalla UEFA: ha appena disintegrato un record che apparteneva, tra gli altri, anche a Neymar. Nove assist in una singola stagione di Champions League, più di Rooney e O’Ney.

di Francesco Cavallini
milner liverpool

Chi ha una buona memoria e qualche anno in più, James Milner lo ricorda giovanissima ala destra del Leeds United, un predestinato capace di esordire a poco più di sedici anni sul grande palcoscenico della Premier League. Cosa ci fa oggi il trentaduenne nel bel mezzo del centrocampo del Liverpool? Semplice, asseconda una propensione che gli ha fatto scoprire Martin O’Neill all’Aston Villa. L’inglese ha una visione di gioco pazzesca, ma per essere un’ala è forse troppo compassato. Meglio trovargli da fare altrove. I risultati? Beh, Milner ha appena disintegrato un record che apparteneva, tra gli altri, anche a Neymar.

RECORD – Nove assist in una singola stagione di Champions League, otto tra gironi e fase a eliminazione e uno ai preliminari. E persino nella serata in cui praticamente il centrocampo del Liverpool è stato costantemente scavalcato per favorire la serata di grazia del trio Salah-Firmino-Manè, il numero 7 (che dell’ala classica ha mantenuto il simbolo sulla maglia) ci ha messo lo zampino, il corner a uscire su cui il brasiliano ha firmato il momentaneo 5-0. Un…piccolo sgarbo al compagno di squadra, dato che con l’assist numero nove della sua stagione europea Milner stacca in classifica proprio Firmino, che ne ha finora collezionati sette, compresi i due contro la Roma. Ma soprattutto, il trentaduenne saluta l’aristocrazia del calcio continentale e si prende il record in solitaria.

INTELLIGENZA – Nove assist. Più di Cristiano Ronaldo, più di Messi. Più di Ibra, di Giggs, del Maestro Xavi, ma soprattutto di Rooney e di Neymar. Fino alla partita con la Roma, erano il connazionale e O’Ney i punti di riferimento di questa speciale classifica. Ora Milner si porta a casa un primato prestigioso e, ovviamente, il plauso unanime degli appassionati. Tra imbucate geniali e calci piazzati su cui spesso c’è…scritto “basta spingere”, Milner si è dimostrato davvero l’uomo in più del Liverpool, che sa di poter contare sull’intelligenza calcistica dell’inglese quando la forza d’urto e l’esuberanza dell’attacco non fanno breccia nelle difese avversarie.

RIMPIANTO – Quindi tutti felici, tranne uno. Chissà cosa ne pensa Pep Guardiola della scellerata scelta del suo predecessore Pellegrini, che nel 2015 ha permesso che il numero 7 lasciasse il Manchester City, accasandosi da Klopp a parametro zero. Un centrocampista del genere, non troppo atletico, ma capace di mandare il porta il compagno con assurda semplicità, di certo avrebbe fatto comodo al tecnico spagnolo. E ora Milner viene indicato dai tifosi come il miglior trasferimento gratuito della storia del club. Visti i numeri, difficile dare torto ai fan dei Reds. Non sarà costato 222 milioni, ma almeno in qualcosa ha dimostrato di essere…meglio di Neymar.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy