Milan-Sassuolo non è ancora finita?

Milan-Sassuolo non è ancora finita?

Attenzione, perché fra Milan e Sassuolo potrebbe non essere finita. La società rossonera punta Politano, uno dei migliori giovani neroverdi.

di Redazione Il Posticipo

Milan-Sassuolo non è finita. La partita che, con ogni probabilità, è costata la Champions ai rossoneri prosegue sui binari del mercato. La società rossonera deve fare i conti con la realtà. Deve rinunciare a qualche big ma non depauperarsi tecnicamente. Suso è in predicato di lasciare il Milan, e la sua clausola di 38 milioni garantirebbe una discreta boccata d’ossigeno alle casse rossonere. Anche se lo spagnolo andrà sostituito. Non con Callejon. Mirabelli e Fassone avrebbero individuati proprio fra le fila degli emiliano l’erede dello spagnolo. Politano. Più giovane di Callejon e con ampi margini di crescita.

AL POSTO DI SUSO – Politano, per caratteristiche,  è perfettamente aderente al Milan. Può adattarsi come esterno bifascia. Ha senso tattico e tecnica: sa puntare e saltare l’avversario nell’uno contro uno, tagliare il campo, ha capacità di inserimento. E interpreta benissimo entrambe le fasi con e senza palla. Politano è il classico giocatore multitasking, in grado di offrire soluzioni per trovare la superiorità numerica senza alterare gli equilibri. Lontano dalla tecnica di Suso, ma forse più adatto agli schemi di Gattuso e alla sua idea di calcio. Di certo, è superiore allo spagnolo per attenzione e continuità di rendimento. Politano ha una grande dote: è sempre presente a sé stesso durante l’arco dei novanta minuti e nello svolgere il compito tattico. Nè ha bisogno di integrarsi in serie A.

E PREFERIBILE A BERARDI – Politano non è un nome che stuzzica la fantasia dei tifosi, ma è senza dubbio un calciatore in grado di fare la differenza. Anche più di Berardi. Per certi versi è simile al collega di reparto, ma gli è superiore nella capacità di attaccare il campo alla ricerca della profondità. Resta da trattare sul prezzo. Il Sassuolo lo valuta più di venti milioni di euro. Ma la società neroverde deve fare i conti con la volontà di un ragazzo che intravede la possibilità di giocare per il Milan. Squadra che, fra l’altro, è nel cuore del presidente Squinzi. Difficile, se non impossibile, che le due società non trovino l’accordo qualora la trattativa decollasse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy