Milan, un B&B a cinque stelle?

Milan, un B&B a cinque stelle?

Non solo Belotti, obiettivo noto. Ci sarebbe un ritorno di fiamma anche per Berardi considerato l’erede ideale di Suso, sacrificabile per arrivare al “Gallo”

di Redazione Il Posticipo

Milan, un ritorno di fiamma? La grande prova di Berardi con il Sassuolo avrebbe impressionato la dirigenza rossonera, che ha sempre avuto una particolare predilezione per l’esterno calabrese. Le doti del ragazzo, del resto, sono indiscutibili. Il problema non è tanto nei piedi, quanto nella testa di un calciatore che spesso si lascia andare ad atti incomprensibili o si assenta ingiustificatamente dal campo. Nel Milan, però, potrebbe trovare l’ambiente ideale.

STANCO – Berardi, con Acerbi, Missiroli e molti altri, appartiene alla vecchia guardia del Sassuolo. Quella che si è legata al progetto o, a voler vedere l’altra faccia della medaglia, ha perso l’…ascensore. Diversi ex neroverdi si sono piazzate in squadre importanti. Logico che chi è rimasto abbia provato un minimo di frustrazione e stanchezza. Elementi che quasi sono costati la retrocessione. Squinzi e Carnevali, scampato il rischio, avrebbero capito che è il momento di voltare pagina. E riaprire un ciclo. Spetta a Berardi scegliere. Restare come bandiera e capitano o scegliere altri lidi?

DUBBI – Gli unici dubbi restano legati alle caratteristiche del ragazzo. Berardi ha le doti, ma non si applica. Capita che difetti di buona volontà. Un vero peccato per chi  in fondo potrebbe fare molto di più. E di certo un discorso del genere sarà capitato di farlo anche a molti allenatori di fantacalcio e, soprattutto, a tutti i tifosi del Sassuolo riguardo Domenico Berardi.

GATTUSO – Al netto delle perplessità, Berardi è il completamento ideale dell’attacco rossonero, nonchè l’erede quasi naturale di Suso, che sembra destinato alla cessione per finanziare l’acquisto di Belotti. Berardi si troverebbe perfettamente a suo agio nel ruolo ricoperto dallo spagnolo. Abile almeno quanto lui e come pochi a partire dall’esterno per accentrarsi e trovare la conclusione. E troverebbe in Gattuso il mentore ideale per limarne le pecche caratteriali. Insomma. Un acquisto perfetto. Resta da capire come si possa svincolare dal Sassuolo. Ha il contratto in scadenza nel 2022 e guadagna 2,5 milioni. Acquisto alla portata. Il problema è che si sta deprezzando, ma (per il Milan) non ancora abbastanza. Squinzi è milanista ma non un benefattore. E Berardi vale ancora, almeno, 20 milioni…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy