Milan, con il Bayern Monaco perdi uno e prendi due?

Milan, con il Bayern Monaco perdi uno e prendi due?

Autostrada Milano-Monaco di Baviera a due corsie: Donnarumma potrebbe sbloccare l’arrivo in rossonero di due uomini che piacciono molto: Vidal e Ribery.

di Redazione Il Posticipo
Bayern

Milano, autostrada aperta, a due corsie, con la Germania. Specificatamente, con Monaco di Baviera. Il Bayern ha bisogno dei rossoneri: e il Milan ha ciò che serve. Esattamente come i semifinalisti di Champions. Un perdi uno e prendi due che potrebbe fare tutti contenti.

DONNARUMMA – Il vero obiettivo del Bayern è un portiere che raccolga l’eredità di Neuer. Complicatissimo, ma necessario. Il Campione del Mondo è fermo da praticamente un anno ed è scomparso dai radar. Proverà un recupero in extremis per il mondiale, ma non è detto che riesca a volare in Russia, così come fra i pali della porta del Bayern. Fisicamente e tecnicamente, il suo erede naturale è Donnarumma. Altro e grosso come lui, con la stessa agilità e gli identici margini di miglioramento. Il Milan ha fissato il prezzo in una settantina di milioni di euro. Trattabili. Anche perché il Bayern ha due uomini che interessano, eccome, alla dirigenza rossonera.

VIDAL – Un nome accostato spesso al Milan è quello di Arturo Vidal, che ha già chiuso una stagione amarissima. Infortunio al ginocchio, niente mondiale e neanche…rinnovo. Il contratto è in scadenza nel 2019 e Rummenigge non ha alcuna intenzione di rinnovarlo. Non rientra nei piani tecnici del nuovo allenatore. Kovac punta tutto su Tolisso e sul neo arrivo Goretzka, chiudendo così le porte a ogni eventuale trattativa. I bavaresi però non vogliono perderlo a zero. Il prezzo oscilla fra i 10-12 milioni, “scontabili” dal cartellino Donnarumma. Resta da risolvere il problema dell’ingaggio. Magari spalmato su più anni.

RIBERY – C’è un altro nome che affascina e non poco i rossoneri. Ribery. Non certo un giovanissimo, ma il francese, come dimostrato con il Real Madrid, può ancora dire la sua in campo internazionale, figurarsi nella serie A meno eccelsa degli ultimi anni. L’esterno offensivo non ha bisogno di presentazioni e, nonostante si parli da un po’ di rinnovo, non c’è ancora nulla di ufficiale. Al momento, dunque, il francese si libera a parametro zero. Ideale dunque, sia come spesa sia per rendimento. Ribery avrebbe la ragionevole certezza di un posto da titolare, a patto che la condizione fisica lo sorregga. E il Milan quella di aver preso, anche se per poco tempo, un top player. Che può dire la sua anche solo un anno: quanto basta per tornare in alto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy