Milan, vincere e poi occhio al piano…C

Milan, vincere e poi occhio al piano…C

Il Milan deve vincere e sperare di rientrare dalla porta di…servizio in Europa e poi provare a investire. Sfumati Belotti e Dzeko, prende quota Muriel.

di Redazione Il Posticipo
muriel

Milan, è necessario vincere. Altrimenti il rischio concreto è il piano C. Sfumata la Champions e con l’Europa League in pericolo non vi sarebbero molte alternative a un mercato fatto di sacrifici e investimenti ridotti…

MIRABELLI – La situazione non è rosea. La squadra ha smarrito la via della vittoria. Mirabelli sarebbe sotto stretto controllo da parte della società che non ha digerito una campagna acquisti che ha portato i rossoneri a ricalcare, al netto dei 238 milioni spesi, la stessa stagione dello scorso anno. Il Milan è largamente incompleto. E non vi sono, allo status quo, le possibilità di migliorarlo senza sacrificare qualche top player. Intanto addio ai due potenziali obiettivi per l’attacco.

DZEKO – Il piano A è un sogno irrealizzabile in sé, figurarsi senza la Champions. Il Milan corteggia l’attaccante giallorosso ma non ha alcuna speranza di vestirlo in rossonero. Dzeko si è impuntato per restare a Roma e giocarsi l’Europa che conta rifiutando il Chelsea e probabilmente la risposta sarà identica anche a luglio. Questione anche di affetti. Il bosniaco è legatissimo a Roma e non ha intenzione di lasciarla, complice anche un rapporto ormai solidissimo con la piazza.

BELOTTI – Il piano B, come Belotti. Anche in questo caso lo sbarco del bomber granata sembra complicato. In primis per ragioni economiche. Il “Gallo” al netto della “svalutazione” non è una spesa sostenibile per un Milan che ha bisogno di far quadrare i conti.

MURIEL – L’unico “prendibile” nel rapporto qualità costo, sembra… Muriel. Un nome che non probabilmente non contribuirà ad esaltare i tifosi. Del resto, non vi sono grandi scelte. Montella aveva scommesso su di lui, ma non è stato ripagato. E anche il Siviglia, dopo il benservito all’Aeroplanino, avrebbe intenzione di concedere…il bis, liberandosi del colombiano. Le doti di Muriel non si discutono, ma la sua discontinuità di rendimento non è il miglior biglietto da visita. A meno che la cura Gattuso non lo rivitalizzi. E se il tecnico calabrese riesce nell’impresa, il Milan potrebbe risolvere, almeno parzialmente i problemi lì davanti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy