Messico, scandalo escort prima della partenza: otto giocatori coinvolti

Messico, scandalo escort prima della partenza: otto giocatori coinvolti

Alcuni calciatori del Messico hanno approfittato della serata libera dopo l’amichevole con la Scozia per prendere parte a una festa esclusiva…ma sono stati beccati dai paparazzi!

di Redazione Il Posticipo

Lo chiameranno anche El Recreacionista, per i metodi di allenamento poco ortodossi. Ma di certo Juan Carlos Osorio, CT del Messico pronto per i Mondiali, non potrà giustificare la marachella di…un terzo della sua rosa. Il tecnico aveva infatti dato la serata libera ai suoi ragazzi dopo la vittoria sulla Scozia. Scelta comprensibile, per permettere ai calciatori di passare del tempo con le proprie famiglie prima della partenza per l’Europa. Il problema è che otto calciatori…non sono esattamente tornati a casa. Anzi, sono stati beccati dai paparazzi nel bel mezzo di una festa in compagnia di una trentina di escort.

FESTA DURATA UN GIORNO – A rendere nota questa storia è stata la rivista TV Notas, che ha naturalmente aperto la sua edizione cartacea con le foto degli otto calciatori coinvolti. A prendere parte alla festicciola sono stati Guillermo Ochoa, Jonathan e Giovani Dos Santos, Marco Fabián, Carlos Salcedo, Héctor Herrera, Raúl Jiménez e Jesús Gallardo. In pratica, buona parte della formazione titolare, compreso Giovani, il marcatore contro la Scozia, che evidentemente ha pensato di meritarsi un premio in compagnia dei suoi colleghi. Secondo la rivista, la festa sarebbe iniziata alle 22:30 del sabato (il giorno della partita) per terminare la sera successiva. Il tutto in uno dei quartieri più esclusivi di Città del Messico.

REAZIONI – Semplice marachella? Sì, ma bisognerà vedere come la notizia sarà stata accolta dalle famiglie dei calciatori, dato che alcuni dei coinvolti sono…sposati o perlomeno fidanzati. E non è certo difficile immaginare che i…fortunati avranno vissuto qualche brutto quarto d’ora nel confronto con le proprie compagne o mogli… Non esattamente il miglior modo di lasciare la madrepatria per il Tricolor, che in Russia troverà anche ad attenderlo un girone non semplice. All’apertura del proprio Mondiale 2018, i messicani si troveranno di fronte ai campioni uscenti della Germania. Poi due partite abbordabili, ma non certo semplici, contro Corea del Sud e Svezia. La speranza è quella di classificarsi per la fase a eliminazione diretta, come il Messico fa ininterrottamente da USA 1994. L’importante è che poi non si festeggi…come fatto a casa!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy