Maradona: “Se continua così, Sampaoli non potrà rimettere piede in Argentina”

Maradona: “Se continua così, Sampaoli non potrà rimettere piede in Argentina”

Parlando alla sua trasmissione “De La Mano Del Diez” su Telesur, Maradona non ha risparmiato critiche al commissario tecnico dopo il pareggio per 1-1 con l’Islanda, in cui la squadra sudamericana ha dato l’impressione di avere più di qualche problema.

di Redazione Il Posticipo

C’era da aspettarselo. Del resto, tra Diego Maradona e Jorge Sampaoli non è mai corso buon sangue. E quindi, dopo il pareggio per 1-1 con l’Islanda, in cui la squadra sudamericana ha dato l’impressione di avere più di qualche problema nel produrre gioco, sono arrivate puntuali le bordate del Diez. Che per Messi, che pure ha sbagliato un rigore, ha avuto parole di conforto. Ma che invece trova un unico colpevole nella pessima prestazione dell’Albiceleste. Che è, ovviamente, l’unico uomo al comando.

POCO LAVORO – Parlando alla sua trasmissione “De La Mano Del Diez” su Telesur, Maradona non ha risparmiato critiche al commissario tecnico. “Continuando a giocare così, Sampaoli non potrà rimettere piede in Argentina. È una vergogna che non ci sia uno straccio di schema. Sapendo che gli islandesi sono tutti un metro e novanta, tiriamo i calci d’angolo per colpire di testa. Non abbiamo una possibilità per giocare la palla corta. E non do la colpa dei giocatori, ma al fatto che si è lavorato poco. E credo si sia visto. Puoi anche portare 25 allenatori, ma bisogna lavorare, perchè abbiamo visto che l’Islanda ha lavorato molto di più dell’Argentina e questo mi rattrista“.

L’ARGENTINA NON HA SAPUTO ATTACCARE – Nonostante ciò, il Diez ha lanciato un appello all’ottimismo. Del resto, anche nel 1990 l’Albiceleste ha iniziato male, ma poi è arrivata in finale. “Quando si vince, si perde o si pareggia, siamo sempre undici. Ma bisogna anche vedere come si vince, come si pareggia o come si perde. E rischiamo di perdere anche le prossime partite. Abbiamo molti problemi, ma andiamo avanti, credendo a Dio e al fatto che possiamo migliorare. E spero che i ragazzi migliorino“. E l’allenatore? Non deve migliorare? La partita, forse, si è pareggiata per problemi tattici… “Loro si sono chiusi dietro, come sapevamo avrebbero fatto. E noi non abbiamo saputo risolvere i problemi che ci hanno creato. L’Argentina non sapeva come attaccare, l’Islanda ha giocato come poteva“. E di chi è la colpa, per Maradona, sembra abbastanza evidente…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy