Maradona boccia Sergio Ramos: “Godin è più forte di te!”

Maradona boccia Sergio Ramos: “Godin è più forte di te!”

Il solito Maradona… Se si sta elogiando Godin, cosa c’entra parlare…di Sergio Ramos? Misteri del Pibe de Oro, che però, già che c’è, regala la sua opinione sul centrale della Spagna.

di Redazione Il Posticipo

Sarà l’aria dei mondiali, ma non passa giorno senza che Diego Maradona non sia sulla bocca di tutti. Esattamente come quando giocava, il Diez è sempre capace di stupire e, perchè no, di far…arrabbiare qualcuno. E quando si sceglie gli avversari, el Diez punta sempre parecchio in alto. E su Telesur, dove commenta i mondiali come opinionista, non mancano mai i colpi di scena. E succede anche che si crei una polemica a distanza che non ci aspetta. Del resto, se si sta elogiando Godin, cosa c’entra parlare…di Sergio Ramos? Misteri del Pibe de Oro, che però, già che c’è, regala la sua opinione.

GODIN SÍ, RAMOS NO – “Non voglio fare polemica, ma quando si parla di crack, di fenomeni, e mi si dice ‘Sergio Ramos è un crack’, devo dirlo, per me la risposta è no. Godin è un crack, non Sergio Ramos. Godin è uno che difende, che attacca, che fa gol, che ti fa vincere, che non sbaglia mai una partita. Che gioca sempre sull’anticipo, è eccezionale. Lui sì che è un fenomeno“. Una sorpresa, ma fino ad un certo punto, dato che già in passato il Diez non si era esattamente rivelato un fan del capitano della Spagna e del Real Madrid.  Messo poi di fronte a Godin, che è sì uruguaiano, ma che di certo è una tipologia di calciatore che Maradona sogna per la sua nazionale, il paragone diventa troppo sbilanciato secondo il Pibe de Oro.

CONCETTO RIBADITO – E non è la prima volta che l’argentino prende Sergio Ramos come termine di paragone…in negativo. Già nel 2016, in un’intervista a Marca, aveva già espresso il concetto a modo suo: “Sergio Ramos? Per me non è un crack. Attenzione però, lo rispetto moltissimo. Ma l’attuale generazione di difensori è molto lontana da quella dei miei tempi, e di tanto anche. Baresi, Vierchowod, Alexanko, Migueli. Quelli erano difensori di personalità, altroché!”. Insomma, Ramos a Maradona non piace. Il capitano della Spagna, forse, se ne farà una ragione. Anche se, conoscendo entrambi, può anche darsi che da questa dichiarazione scaturisca uno scontro…generazionale!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy