Manchester, Mourinho vive ancora in hotel e ormai il conto…è salatissimo

Manchester, Mourinho vive ancora in hotel e ormai il conto…è salatissimo

Rischia l’esonero? Sì, ma in tutta serenità: dal suo arrivo a Manchester ad oggi, Mourinho ha vissuto al Lowry Hotel. E ora che è in bilico, almeno, non deve pensare a vendere casa. Ma intanto ha speso…una fortuna.

di Redazione Il Posticipo

È dura cambiare casa. I traslochi, ma che scocciatura sono? E poi, qualora la casa sia di proprietà, è una bella rogna dover trovare un acquirente: vendere in fretta e furia una casa nella quale si hanno bei ricordi e rischiare che l’impazienza di vendere e liberarsi del pensiero possa far scendere vertiginosamente il prezzo della dimora. Ecco perché molte persone, anche potendosi permetter un mutuo vivono in affitto ed ecco anche perché altre persone, come Josè Mourinho vivono… in albergo.

UN MONOLOCALE? – Sono ormai più di due anni che Josè Mario dos Santos Mourinho Felix (nonché Special One) si trova, più o meno comodamente, sulla panchina del Manchester United. È pur vero che il mercato immobiliare inglese (e non solo quello) non è facile da comprendere, ma in più di ventiquattro mesi non dovrebbe essere un problema riuscire ad assecondare le dinamiche dello stesso e trovare finalmente un alloggio.

POSSO STARE UN PO’ DA TE? – Perché avere più d’una casa in Inghilterra? Già, perché i figli dell’allenatore del Manchester United vivono entrambi nella capitale della Terra d’Albione e potrebbero ospitare il papà in caso l’hotel a cinque stelle in cui vive da due anni dovesse decidere di chiudere per ristrutturazioni. Il figlio, Josè Mourinho Jr. ha giocato fino a qualche anno fa nel Fulham e sua figlia si è laureata a Londra. È improbabile, però, che i gestori della struttura alberghiera decidano di privarsi di un cliente del genere. Questo, infatti è il (solo) rischio che il lusitano non corre.

CONTI IN TASCA – Il Daily Mail ha deciso di fare un po’ di conti in tasca allo Special One: considerando che sono passati 825 giorni dal check-in al Lowry Hotel e la suite in cui “abita” Mou mostra il prezzo di circa 600 sterline a notte sul proprio sito, il portoghese dovrebbe aver sborsato circa 500.000 sterline. Ma qualcuno ha detto al lusitano che una bella casa in affitto costerebbe davvero molto meno? In ogni caso, ora che la sua permanenza a Manchester sembra essere in bilico, Mourinho avrà la possibilità di concentrarsi sulle strategie di ripresa delle redini della squadra senza il pensiero di dover organizzare traslochi e trattative di vendita. Non sembra però improbabile pensare che i manager del Lowry hotel avranno pregato la dirigenza dei Red Devils di non esonerare il tecnico: difficilmente potranno tornare ad abituarsi al fatturato dell’era pre-Mourinho.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy