Mahrez ancora prigioniero: dopo la Roma, anche il City si ritira di nuovo?

Mahrez ancora prigioniero: dopo la Roma, anche il City si ritira di nuovo?

Il Leicester non molla Mahrez. La dirigenza sembra non volersi muovere dalla richiesta di 75 milioni di sterline per il calciatore. E il club di Guardiola sta perdendo la pazienza…

di Redazione Il Posticipo

Mahrez, sembra una maledizione. O è semplicemente un’impuntatura? L’esterno algerino non ha pace. Vuole lasciare il Leicester per approdare tra le braccia di Guardiola, ma le Foxes proprio non vogliono privarsi di lui. Secondo il “Sun”, anche in questa lunga sessione di mercato si potrebbe assistere ad un estenuante braccio di ferro. Il primo round si è già disputato ed ha registrato, ancora una volta, la vittoria dei detentori del cartellino. Che sembrano non volersi muovere dalla richiesta di 75 milioni di sterline (più un giovane del vivaio del Manchester City) per il calciatore.

GUERRA – Una questione che ricorda, in tutto e per tutto, la lunga telenovela della scorsa estate, quando era la Roma a cercare di aggiudicarsi l’algerino, sebbene a cifre più basse. Stavolta invece tocca a una squadra che, in teoria, problemi economici non ne ha. Il Manchester City, campione d’Inghilterra in carica, ha proposto un’offerta, come del resto aveva fatto già nella scorsa sessione di mercato. E come a gennaio, ovviamente il calciatore avrebbe raggiunto Manchester anche a piedi, ma non è stato possibile. Il Leicester ha declinato, per la disperazione dell’esterno che si sente prigioniero del contratto. La proprietà, però, ha il coltello dalla parte del manico.

DIRITTI – L’unico diritto di Mahrez, a conti fatti, è di potersi pentire di aver firmato un contratto pluriennale con il Leicester. Per il resto, può poco. Ha un accordo, i bonifici sono regolarmente versati sul suo conto corrente e il Leicester, volente o nolente, ha in mano una carta che li lega, nel senso pieno del termine, sino al 2020. Nessuno ha costretto Mahrez a firmare. E dunque, l’algerino deve sottostare agli accordi. Al netto della legge esiste però il buonsenso. Il Leicester non avrà bisogno di soldi, ma probabilmente neanche di un giocatore scontento e con la testa altrove, come dimostrano le proteste social e non della scorsa stagione.

CITY – Anche perchè il Manchester City non intende assolutamente pagare la cifra richiesta dal Leicester. E, sebbene alla guida all’Etihad ci siano gli sceicchi, i Citizens non sono soliti farsi prendere per il collo durante le trattative di mercato. Lo hanno già dimostrato con Alexis Sanchez e con Fred, una volta con il calciatore, l’altra con la società che doveva vendere. Il cileno chiedeva troppo di stipendio, lo Shakhtar una cifra ritenuta esagerata per il cartellino del brasiliano. E alla fine i petroldollari (anzi, le petrolsterline) sono rimasti chiusi in cassaforte, mentre i cugini dello United accettavano entrambe le richieste. Il Leicester, dunque, non molla. Ma il City potrebbe, decidendo di virare su altri obiettivi. E a quel punto il…prigioniero Mahrez rischia di passare un altro anno nella sua cella dorata al King Power Stadium…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy