Magic moment Hazard, come si fa a fermarlo? Klopp ha un piano: “Schiererò 13 giocatori…”

Magic moment Hazard, come si fa a fermarlo? Klopp ha un piano: “Schiererò 13 giocatori…”

Il manager del Liverpool prepara la sfida contro il Chelsea di Maurizio Sarri ad Anfield… e mette nel mirino il fantasista belga! Nelle ultime settimane Hazard è sembrato imprendibile, ma secondo il tecnico tedesco un modo per fermarlo c’è…

di Redazione Il Posticipo

Il Liverpool ci riprova… cinque anni dopo l’errore fatale di Steven Gerrard! Nella stagione 2013-14 la sconfitta contro il Chelsea di José Mourinho ad Anfield (2-0, gol di Demba Ba sull’errore di Gerrard e poi Willian) è costata il titolo ai Reds di Brendan Rodgers. Jürgen Klopp spera che il peso del quel precedente non si faccia sentire contro la squadra di Maurizio Sarri e che arrivino tre punti. Ma per riuscirci bisognerà fermare Eden Hazard… un’impresa complicata!

MAGIC MOMENT – Il belga sta vivendo un momento d’oro con la maglia del Chelsea e in questa Premier League ha numeri da capogiro: 16 gol e 12 assist. Brilla ancora la strepitosa serpentina con cui nell’ultima giornata ha aperto le marcature contro il West Ham, prima di chiudere i conti nel finale (2-0 per i Blues). Uno così può spaccare anche le grandi partite… ma stando a quanto riportato da Four Four Two il tecnico dei Reds ha un piano! “Schiereremo 13 calciatori e due di loro giocheranno solo contro Eden”. Scherzi a parte, Klopp mette in guardia i suoi: “Quando ha il pallone tra i piedi è già troppo tardi… Nell’uno contro uno è dura, per fermarlo serve l’aiuto di più giocatori”.

FATTORE ANFIELD – Non solo il Real Madrid? Alla fine anche Klopp sembra aver messo gli occhi su Hazard! “Mi piacciono i calciatori così. Può essere il migliore del mondo, ha avuto una carriera brillante e non è ancora finita. Apprezzo molte cose del suo gioco: la sua gioia, la sua faccia tosta, la sua forza, la sua velocità. Hazard è un buon giocatore… Ma come tutti i buoni giocatori, deve affrontarci e faremo di tutto per annullare almeno un paio delle sue qualità“. A parole è facile, sul campo un po’ di meno. Ma i Reds non possono permettersi un altro retropassaggio a vuoto come quello che ha propiziato il gol di Demba Ba cinque anni… e consegnato il titolo al Manchester City!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy