L’uragano Kane si scaglia sulla Champions League: come lui nessuno…o quasi

L’uragano Kane si scaglia sulla Champions League: come lui nessuno…o quasi

Harry Kane continua a mantenere vive le speranze del Tottenham. Con la doppietta messa a segno contro il PSV, l’inglese regala 3 punti in rimonta agli Spurs e raggiunge quota 13 gol in 14 partite. Numeri migliori di quelli di Messi e Ronaldo.

di Redazione Il Posticipo

Un uragano pronto a scagliarsi su qualsiasi avversario. Harry Kane continua a macinare gol e a distruggere record. Le prestazioni del centravanti inglese non sono più una novità, e nonostante il Tottenham stia vivendo il peggior periodo dell’era Pochettino, il numero 10 degli Spurs segue in linea con i numeri delle passate stagioni, dimostrandosi sempre di più un calciatore di classe mondiale. Se i numeri collezionati in Premier League sono straordinari, quelli registrati in Champions League sono al limite del normale, pronti a trasportare Kane nell’Olimpo dei migliori.

RECORD – Tredici gol in quattordici partite giocate nell’Europa che conta. Un dato che non lascia spazio all’immaginazione, e che descrive perfettamente che tipo di calciatore sia l’inglese. Continuo, sempre letale, costantemente dentro la partita. Anche in una stagione in cui il Tottenham sta incontrando più difficoltà del previsto, Kane continua la sua scalata verso l’Olimpo. Se gli Spurs hanno ancora qualche possibilità di passare il turno in Champions League, il merito non può che essere della stella inglese e della doppietta messa a segno contro il PSV.

OLIMPO – Come lui nessuno. O quasi. I numeri in Champions League di Kane portano il classe 93 ad essere l’unico calciatore nella storia ad aver segnato così tanto in così poche partite. Meglio di Messi. Meglio di Ronaldo. Non proprio due calciatori citati a caso, che il numero 10 degli Spurs continua a sfidare a distanza. L’unico a stargli dietro, per ora, è una conoscenza del calcio italiano. Inzaghi. Non Filippo, come risulterebbe facile pensare, ma Simone. Il tecnico della Lazio, infatti, è riuscito a segnare 12 gol nelle sue prime 13 partite giocate. Una media gol praticamente identica (0,928 contro 0,923). La prossima gara contro l’Inter sarà decisiva: non solo per le speranze del Tottenham di continuare il sogno Champions League, ma anche per Kane, per provare ad occupare, in solitaria, un posto nella storia della coppa dalle grandi orecchie.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy