Milan, a volte ritornano: Cristante nel mirino?

Milan, a volte ritornano: Cristante nel mirino?

Il Milan rivorrebbe Cristante, dopo averlo lasciato andare via. Ritorno possibile, anche perchè c’è una contropartita adeguata: Locatelli, che può partire con recompra.

di Redazione Il Posticipo

Milan, gli obiettivi sono chiari. Rinforzi di qualità e quantità a costo ragionevole. In questo senso, si guarda…dietro casa. Bergamo, una quarantina di chilometri. Per riprendersi Cristante. Un centrocampista che farebbe comodo, eccome, a Gattuso.

RIENTRO – La società rossonera ha di che mordersi le mani. Deve intavolare una trattativa per un giovane cresciuto a Milanello e lasciato andare via a cuor leggero. Difficile, però, parlare di errore. Cristante era solo un ragazzo di belle speranze, che peraltro sembravano disperse. La cura Gasperini lo ha rivitalizzato e restituito al grande calcio. Adesso sembra pronto per ripercorrere le orme di tanti suoi predecessori: la lista è lunghissima, basta limitarsi ai più recenti. Bonaventura, Conti, Kessie. I rapporti fra Atalanta e Milan, da sempre, sono buoni e solidissimi. E la società orobica difficilmente negherà il calciatore a Gattuso. Unica controindicazione, il costo: Cristante vale (almeno) una ventina di milioni, con possibilità di passare alla decina successiva. Spesa ingente, allo status quo. Tuttavia, riducibile. Anche perché in casa Milan, hanno la contropartita tecnica ideale.

LOCATELLI – La chiave per aprire una trattativa low cost è Manuel Locatelli, che compirebbe, fra l’altro, il percorso inverso. Il ragazzo proviene proprio dall’Atalanta e ci tornerebbe, un po’ come Cristante, per ritrovarsi. Il centrocampista si è un po’ perso dopo aver impressionato per personalità e incisività ai suoi esordi in rossonero. Nell’ultimo biennio è stato incostante e ha perso la sana incoscienza che ne aveva caratterizzato i primi anni a Milanello. Riassumendo in poche righe il senso della sua involuzione, Locatelli non ha compiuto (ancora) l’atteso salto di qualità. E il Milan non ha intenzione di perderlo.

RECOMPRA – Locatelli ha valori assoluti indiscutibili, anche perché si parla di un ragazzo poco più che ventenne e margini di miglioramento inesplorati.  Non a caso il Milan sta valutando un’idea un po’ complessa, ma efficace: cederlo all’Atalanta per ottenere uno “sconticino”importante per l’acquisto di Cristante. E non mollare definitivamente Locatelli, tutelandosi con un diritto di recompra sul calciatore. Un’idea potenzialmente vincente, che potrebbe restituire al Milan un potenziale campione e, nel futuro, anche due.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy