Lo strano coro dei tifosi del Newcastle a quelli del Sunderland: “Vi abbiamo visto piangere su Netflix”

Lo strano coro dei tifosi del Newcastle a quelli del Sunderland: “Vi abbiamo visto piangere su Netflix”

Come si può prendere in giro gli acerrimi rivali, ora che non si gioca più nella stessa divisione? Semplice, presentandosi in massa a una partita delle due squadre Under-23 e facendo riferimento al docu-reality che ha testimoniato la retrocessione dei ‘Gatti Neri’.

di Redazione Il Posticipo

Due retrocessioni consecutive non devono essere facili da digerire ma, come al solito, i tifosi del Sunderland dimostrano di non lasciare mai da sola la propria squadra. E quindi stanno lì ‘fino alla morte’, come il titolo del docu-reality disponibile sulla piattaforma streaming Netflix: “Sunderland ’Til I die”. La serie da otto puntate, che testimonia la retrocessione in League One dei Black Cats, ha tenuto molti appassionati di calcio incollati agli schermi per molte ore (in caso di maratona) oppure per tutte le feste natalizie (se guardato con parsimonia). Ma a quanto pare, non sono stati solo i tifosi del Sunderland a guardare il documentario ma, anzi, sono stati più i tifosi di altre squadre: a testimoniarlo ci pensano il Sun e poco meno di 3.000 tifosi del Newcastle.

2800 – Ma che c’entrano? C’entrano, c’entrano sempre. Anche perché martedì 8 gennaio si è disputata la partita del Checkatrade Trophy tra il Sunderland e il Newcastle under-23 vinta dai Black Cats per 4-0. No, l’under-23 non è sempre così seguita, ma quando dall’altra parte del campo ci sono i rivali di sempre, soprattutto ora che non fanno più parte dello stesso livello del calcio inglese, non si può perdere un’occasione del genere per andare a lanciare qualche sfottò. Così circa 2.800 tifosi bianconeri sono arrivati allo Stadium of Light più per sbeffeggiare gli avversari che non per seguire la propria squadra. Certo, anche i tifosi del Newcastle hanno davvero poco da ridere, visto che anche la propria squadra sta seriamente rischiando la retrocessione dalla Premier League. Ma tant’è…

SIAMO ALLE SOLITE – Gli ospiti hanno quindi fatto una sorpresa inaspettata ai tifosi di casa. E dalle tribune si è alzato spesso un coro inequivocabile: “Vi abbiamo visto piangere su Netflix”. Ma mentre i tifosi cantavano soddisfatti, i giocatori avversari prendevano letteralmente a pallonate i giovanotti delle giovanili del Newcastle. La partita finisce 4-0 per i padroni di casa, attualmente stabili al terzo posto in classifica della League One, la Serie C del calcio inglese. Certo, nessuno tra i tifosi ospiti sembra essersi fatto un gran cruccio della sconfitta sul campo: lo scopo era sbeffeggiare i rivali, come hanno provato a fare anche lo scorso aprilel . In quell’occasione il Sunderland ha dovuto invalidare diversi biglietti per la partita della retrocessione, in quanto aveva saputo che erano finiti nelle mani…di alcuni tifosi del Newcastle.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy