Lineker lancia l’allarme: “Kane è debole. Si fa male troppo spesso…”

Lineker lancia l’allarme: “Kane è debole. Si fa male troppo spesso…”

L’ex attaccante del Tottenham parla dei problemi fisici della stella ferma ai box da metà gennaio per un problema ai legamenti della caviglia sinistra. Secondo Lineker gli infortuni ricorrenti non sono affatto un buon segno…

di Redazione Il Posticipo

È stato un attaccante e ha giocato col Tottenham: chi meglio di Gary Lineker può commentare il momento di Harry Kane? In ballo non ci sono di certo le qualità dell’attaccante inglese, trascinatore della nazionale maggiore di Gareth Southgate allo scorso Mondiale. Anche in questa stagione la stella degli Spurs ha mantenuto le aspettative sotto porta: in Premier League è andato a segno 14 volte in 25 partite, appena due volte in meno del capocannoniere Salah. Kane è stato fondamentale anche in Champions: suo l’assist per il gol di Lucas Moura nell’1-1 sul campo del Barça, che ha regalato la qualificazione agli Spurs. A gennaio però l’attaccante è finito k.o. ancora una volta…

“È DEBOLE” – Lineker ne ha parlato ai microfoni di Goal: l’ex attaccante degli Spurs ha commentato senza giri di parole il quarto problema alla caviglia rimediato dall’attaccante del Tottenham in poco più di due anni (il primo è datato al settembre 2016): “La caviglia di Kane? C’è chiaramente della debolezza lì dentro. È sempre preoccupante quando si verifica un infortunio ricorrente. Nessun giocatore vorrebbe soffrirne… Con le caviglie puoi farla franca fino a un certo punto, ma più lo fai e più cominci ad avere paura che quella debolezza possa diventare un problema”. Parole che gettano qualche dubbio sull’idoneità del giocatore a lungo termine.

TAPPE BRUCIATE – Kane intanto continua con la fase di recupero: su questo fronte però Lineker e Pochettino non sembrano affatto pensarla allo stesso modo. Secondo l’ex attaccante degli Spurs “Kane può tornare per la seconda partita della sfida di Champions contro il Borussia Dortmund”. Decisamente più ottimista il tecnico argentino che si aspetta di averlo di nuovo in squadra per le trasferte sul campo del Burnley e del Chelsea in programma per fine mese. L’attaccante della nazionale inglese ha bruciato le tappe: il suo rientro era previsto inizialmente per metà marzo. Il Tottenham lo aspetta… e spera che la caviglia non lo tormenti più!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy