Liechtenstein-Italia, per i nostri avversari suonerà l’inno “God save the Queen”

Liechtenstein-Italia, per i nostri avversari suonerà l’inno “God save the Queen”

di Adriano Stabile

Non meravigliatevi se sabato sera, prima della sfida tra Liechtenstein e Italia, dopo l’inno di Mameli risuoneranno le note di “God save the Queen”. Qualcuno sobbalzerà sul divano davanti alla tv, altri penseranno a un errore come tanti accaduti in passato, ma in realtà non è così: l’inno nazionale del Liechtenstein, incredibile a dirsi, ha lo stesso motivo musicale dell’inno britannico. https://www.youtube.com/watch?v=8ayhHsEfV94

L’inno inglese ereditato dal Liechtenstein

Si intitola “Oben am jungen Rhein” (Lassù, sul giovane Reno) l’inno del piccolo Principato del Liechtenstein, confinante con Austria e Svizzera, che ha una superficie di 160 chilometri quadrati, meno della provincia di Trieste, che con i suoi 212 chilometri quadrati è la più piccola tra le 107 province d’Italia. Il testo dell’inno, in lingua tedesca, è stato scritto nel 1850 da Jakob Josef Jauch, prete nato in Russia, poi cappellano, agricoltore e librettista in Liechtenstein. La musica di “God save the Queen” è stata invece ereditata dalla Confederazione Germanica, formata con il Congresso di Vienna del 1815, e di cui il Liechtenstein faceva parte. L’inno britannico pare sia stato suonato ufficialmente in Inghilterra per la prima volta sotto il regno di Giorgio II di Hannover nel 1745. Essendo Giorgio II, oltre che re di Gran Bretagna, anche principe elettore di Hannover, l’inno divenne tale pure per la Confederazione Germanica, passando poi nel 1871 all’Impero tedesco (1871-1918) di Guglielmo II che lo adottò come inno nazionale col nome di “Heil dir im Siegerkranz” (Ave a te nella corona della vittoria). Così, successivamente, è finito per essere anche l’inno nazionale del Liechtenstein. L’INNO SUONATO DUE VOLTE PER LIECHTENSTEIN-INGHILTERRA Nel 2003 la nazionale del Principato affrontò in due occasioni l’Inghilterra nelle qualificazioni per Euro 2004: sia il 29 marzo 2003 a Vaduz (successo inglese per 2-0 con gol di Owen e Beckham) che il 10 settembre a Manchester (ancora 2-0 per l’Inghilterra con gol di Owen e Rooney) prima del match risuonò due volte la melodia di “God save the Queen”, per entrambe le squadre in campo. La stessa cosa è accaduta in occasione delle cinque sfide tra Liechtenstein e Irlanda del Nord, le prime delle quali nel 1994 e nel 1995, per le qualificazioni a Euro ’96. Diversamente, quando si affrontano Inghilterra e Irlanda del Nord, l’inno britannico suona una volta soltanto per entrambe le formazioni (Galles e Scozia invece adottano un inno diverso da “God save the Queen”). 

Liechtenstein inno
Il match program della gara con l’Inghilterra del settembre 2003
TOLTI NEL 1963 I RIFERIMENTI ALLA GERMANIA Fino al 1961 anche la Svizzera, come altri Stati del mondo (la già citata Germania, l’Islanda, le Hawaii, ma anche Norvegia e Svezia per l’inno reale), adottava la musica di “God save the Queen” per il proprio inno nazionale. Due anni più tardi il Liechtenstein tolse dal testo del proprio inno i riferimenti alla Germania: così la strofa principale “Lassù, sul Reno tedesco” venne cambiata nell’attuale “Lassù, sul giovane Reno”. La nazionale italiana, sabato sera, sfiderà il Liechtestein allo stadio Rheinpark di Vaduz, che proprio “lassù” non sta, pur essendo in mezzo alle Alpi. La capitale del Principato si trova a meno di 500 metri sul livello del mare, ma per questi giorni da quelle parti è previsto un clima freddo con pioggia mista a neve e temperatura minima che potrebbe scendere fino a meno 6 gradi durante il match degli azzurri. Il tempo atmosferico, più dei modesti avversari, sembra il vero nemico dei giocatori della nazionale italiana, che prima del match si potranno meravigliare e scaldare un po’ ascoltando le note di “God save the Queen”.
Liechtenstein inno
La nazionale del Liechtenstein nel 2013
“OBEN AM JUNGEN RHEIN” – INNO DEL LIECHTENSTEIN Oben am jungen Rhein Lehnet sich Liechtenstein An Alpenhöh’n. Dies liebe Heimatland, Das teure Vaterland, Hat Gottes weise Hand Für uns erseh’n. Hoch lebe Liechtenstein Blühend am jungen Rhein, Glücklich und treu. Hoch leb’ der Fürst vom Land, Hoch unser Vaterland, Durch Bruderliebe-Band Vereint und frei. TRADUZIONE IN ITALIANO Lassù, sul giovane Reno si stende il Liechtenstein sulle alture alpine. Questa amata terra di casa, la cara patria, è stata eletta per noi dalla saggia mano di Dio. Viva il Liechtenstein fiorente lungo il giovane Reno, felice e fedele. Viva il Principe del Paese, viva la nostra patria, libera e unita da legami di amore fraterno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy