Lichtsteiner pensa al ritiro: “Non sono abituato alle panchine, se non dovessi rimanere ai miei livelli dirò basta”

Lichtsteiner pensa al ritiro: “Non sono abituato alle panchine, se non dovessi rimanere ai miei livelli dirò basta”

Nello straordinario ciclo della Juventus, Stephan Lichtsteiner è quasi sempre stato protagonista. Facile dunque immaginare che le panchine all’Arsenal siano complicate da accettare. Al punto da cominciare a ragionare su un addio al calcio…

di Redazione Il Posticipo

Dopo sette anni passati a vincere tutto (o quasi), è abbastanza complicato ricominciare da zero in un’altra squadra e in un altro campionato. Nello straordinario ciclo della Juventus, Stephan Lichtsteiner è sempre stato protagonista. E persino quando sembrava dover cedere il posto a qualcuno, alla fine spesso e volentieri in campo c’era lui. Facile dunque immaginare che le panchine all’Arsenal, che lo ha acquistato a parametro zero in estate, siano complicate da accettare. Per lo svizzero solo uno spezzone di partita e un compagno e avversario eccezionale da quel lato di campo. Difficile togliere il posto a Bellerin, soprattutto quando si hanno ormai 34 anni.

SFIDA – L’ex juventino, riportato da Sport.ch, racconta come sta vivendo questo momento particolare. “Avrei potuto accettare offerte di altri cinque club questa estate, con la certezza che su 50 partite ne avrei giocate almeno 47. Ma ero alla ricerca di una nuova sfida in un nuovo campionato. E quindi sono all’Arsenal con la consapevolezza di dover combattere contro Bellerin per un ruolo da titolare“. Maglia da titolare che potrebbe arrivare in Europa League, ma che in Premier sembra molto lontana. “Non sono abituato a essere una riserva, tre partite di fila in panchina non mi erano mai capitate…“.

RITIRO – Questione anche di fisico, come è normale che sia quando si passano anni a giocare in un ruolo così dispendioso. E quindi il pensiero, che piaccia o no, va alla possibilità di lasciare. Non un cruccio per lo svizzero. “Se in carriera hai ottenuto molto, hai molte aspettative e vuoi giocare. E io so che avrò la possibilità di farlo. Ma se dovessi rendermi conto di non riuscire a mantenere lo stesso livello degli ultimi anni, allora dirò basta. E non mi ritirerò solamente dalla nazionale, ma terminerò la mia carriera“. Fine dei giochi per Lichtsteiner, dunque? Macchè. “Io non mollo. Non lo ho mai fatto“. E i tifosi di Lazio e Juventus lo sanno fin troppo bene…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy