Leeds, pareggio e…ospedale: malore in panchina per il giovanissimo Jack Clarke

Leeds, pareggio e…ospedale: malore in panchina per il giovanissimo Jack Clarke

La squadra di Marcelo Bielsa non è andata oltre il pareggio sul campo del Middlesbrough. A lasciare il segno però è stato soprattutto quando accaduto al 18enne inglese, finito in ospedale poco dopo essere stato sostituito dall’argentino.

di Redazione Il Posticipo

Ci aspettava una gara complicata: alla fine è stato un pomeriggio persino da dimenticare. Il Leeds capolista in Championship non è andato oltre il pareggio sul campo del Middlesbrough, che sta lottando per conquistare un posto ai playoff che portano in Premier. Partita tiratissima al Riverside Stadium: padroni di casa in vantaggio con Wing al 47′, pareggio acciuffato da Kalvin Phillips nei minuti di recupero… che sono stati più di dieci! Come riporta il Sun, il big match infatti è stato interrotto a lungo dopo l’incidente occorso al giovane Jack Clarke durante il secondo tempo.

FIDUCIA – Jack Clarke è forse uno dei giocatori più interessanti della squadra di Bielsa: l’attaccante inglese nato a York diciotto anni fa è un prodotto del vivavio del Leeds. All’inizio della stagione il tecnico argentino lo vedeva poco, poi però ha iniziato a dargli fiducia ed è stato ripagato. Il talentino ha segnato due gol negli ultimi due mesi rispettivamente ad Aston Villa e Nottingham Forest. Bielsa lo ha fatto partire titolare anche oggi sul campo del Middlesbrough, ma la prestazione dell’attaccante non lo ha convinto e l’attaccante è stato sostituito subito dopo  l’intervallo. Quando i tifosi lo hanno visto uscire però non si aspettavano affatto quello che sarebbe successo.

COLLASSO – Dopo la sostituzione, Clarke si è accomodato in panchina e si è sentito male. Il giocatore è collassato e i paramedici si sono precipitati in suo aiuto: il match è stato interrotto al’82’ e questo ha comportato ben 12 minuti di recupero. Bielsa ha spiegato come sono andate le cose al Sun: “Sappiamo che non si è sentito bene”. A Clarke è stata applicata la maschera dell’ossigeno, prima di essere trasportato negli spogliatoi dove si è sentito un po’ meglio e quindi in ospedale per accertamenti. Pomeriggio di paura al Riverside Stadium, ma il peggio sembra essere passato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy