Lazio e Wallace, un addio indolore

Lazio e Wallace, un addio indolore

Wallace pensa di lasciare la Lazio. Dopo un anno da protagonista, non trova spazio e vorrebbe garanzie. Facile che si finisca con un addio.

di Redazione Il Posticipo
wallace

Lazio, un addio che non fa male. Wallace potrebbe lasciare i biancocelesti a fine stagione. Il difensore vorrebbe maggiori garanzie tecniche, che in questo momento nessuno è in grado di garantirgli. Ecco perché è sempre più probabile che le strade del centrale brasiliano possano portare altrove.

SCALZATO – Alla base dell’insoddisfazione vi sarebbero alcune scelte tecniche, non ultima quella del derby. Nelle gerarchie di Inzaghi è finito dietro Luiz Felipe e Bastos: quanto basta per decidere di cambiare aria. Una scelta che evidentemente non è andata giù al difensore, che avrebbe manifestato il proprio malumore. Né Inzaghi, né la dirigenza, però, possono promettere un posto da titolare certo. Una scelta comprensibile da ambo le parti. Wallace vuole, giustamente dal suo punto di vista, più spazio. L’allenatore invece, legittimamente, si vuole sentire libero di scegliere. I rapporti sono buoni (fra l’altro Wallace fa parte della scuderia di Mendes) e improntati sul rispetto. Quindi si procederà, con ogni probabilità, a una risoluzione che accontenti tutti. Il calciatore e la Lazio.

PROSPETTIVE – Dopo una prima stagione da protagonista, Wallace ha trovato parecchie difficoltà. Ha però, un discreto mercato. Al netto di sbavature e disattenzioni, resta un calciatore di buona caratura. Anche la carta d’identità gioca a suo favore. Ha 23 anni ed enormi margini di miglioramento. Una considerazione che evidentemente potrebbe essere fatta anche a Formello, dove la paura è che il ragazzo possa sbocciare definitivamente altrove. E sarebbe un peccato perderlo, considerato l’addio di De Vrij. È anche vero, però, che Wallace non sembra, per caratteristiche, quel “comandante” in grado di gestire la difesa, far ripartire il gioco e coordinarsi con i compagni. Ecco perché c’è la sensazione che di fronte a un’offerta importante, assestabile sui 10-12 milioni di euro, qualcosa potrebbe muoversi anche nell’immediato. Del resto, con un procuratore come Mendes, non sarà poi così complicato trovare una nuova collocazione. Magari in Premier, dove il mercato e le valutazioni sono più “gonfiate” rispetto al resto d’Europa, e dove è appena approdato il Wolverhampton. Che con il portoghese ha rapporti molto stretti, forse…anche troppo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy