Lazio, il top player è…in tribuna

Lazio, il top player è…in tribuna

La Lazio ha profili in grado di attirare l’attenzione dei più grandi club. E uno di questi siede regolarmente in…tribuna. Tare è corteggiato dal Napoli.

di Mattia Deidda

Concludere la stagione in bellezza per poi pensare al mercato. La Lazio si appresta a vivere le ultime partite della stagione con 4 punti di vantaggio sull’Inter: essenziale, per i biancocelesti, mantenere il vantaggio, per rendere poco più di un’amichevole l’ultima gara di campionato contro i nerazzurri. Il calciomercato, poi, sarà vissuto con estrema attenzione da tutti gli addetti ai lavori: la Lazio possiede alcuni profili in grado di attirare l’attenzione dei più grandi club in circolazione, ed uno di questi siede regolarmente in…tribuna. Tare, direttore sportivo biancoceleste, è corteggiato dal Napoli.

CREATORE – Con il contratto in scadenza al termine della stagione, il futuro di Tare appare incerto. Il direttore sportivo biancoceleste ha sempre posticipato l’argomento, dando, giustamente, la priorità al campo e alla squadra, che ottenendo un posto in Champions League riuscirebbe a centrare l’obiettivo di inizio anno. La volontà della società, e quindi di Lotito, non può che essere prolungargli il contratto: la crescita della Lazio in questi anni è in (gran) parte merito di Tare, in grado di trovare in giro per l’Europa giovani talenti e calciatori già pronti, a prezzi contenuti. Tante le scommesse giocate dal direttore sportivo (come Luis Alberto, rimanendo nel recente passato), molte delle quali vinte ed in attesa di essere riscosse. Il primo obiettivo della Lazio, una volta terminata la stagione, è quello di difendere il proprio direttore sportivo da eventuali attacchi esterni, per poi continuare insieme il processo di crescita della squadra.

NAPOLI – Riuscire a scoprire qualche dettaglio in più sull’argomento è impossibile. Lo sa bene il Napoli, che intanto, nell’incertezza, fa conoscere le proprie intenzioni. Il futuro del club partenopeo è incerto: tante colonne della squadra potrebbero partire e seguire l’esempio di Reina; lo stesso Sarri, protagonista in questi anni, non è certo della sua permanenza sulla panchina partenopea. In quest’aria di instabilità, è normale che il Napoli stia pensando ad una rifondazione totale, che potrebbe partire proprio da Tare. Il direttore sportivo laziale ha la stima di De Laurentiis, e troverebbe nel Napoli terreno fertile per continuare a seguire la propria filosofia di mercato. A Lotito il compito di bloccare sul nascere qualsiasi situazione spiacevole.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy