Caceido non graffia più: per la Lazio…pazza idea di mercato

Caceido non graffia più: per la Lazio…pazza idea di mercato

Con Caicedo corteggiato dalla Liga, la Lazio necessita di un vice Immobile e può pensare di portare a Roma un eroe (per caso) biancoceleste: Giampaolo Pazzini.

di Mattia Deidda

Dopo la sconfitta contro il Milan la Lazio torna al lavoro. Non solo idee per il mercato in entrata per concludere la sessione invernale di calciomercato: Caicedo è corteggiato dalla Spagna. Ex Espanyol, nella penisola iberica conoscono bene le qualità del centravanti, e notando il suo limitato utilizzo nella Lazio, Levante e Deportivo La Coruña hanno mosso i primi passi. Un’idea che l’ecuadoriano non disdegnerebbe, così come i biancocelesti. Nonostante la presenza di Nani e Felipe Anderson, all’occasione centravanti, la società ha già pronto il nome da portare a Formello.

Pazzini, eroe per caso

L’unico calciatore amato dai tifosi biancocelesti senza aver mai indossato la maglia della Lazio. La doppietta segnata alla Roma nel 2010, che ha di fatto tolto ai giallorossi la possibilità di vincere lo Scudetto, lo ha reso agli occhi dei tifosi laziali un eroe. Attualmente al Verona, la società biancoceleste non avrebbe problemi a portare il calciatore a Roma. In una stagione che non lo ha mai visto titolare inamovibile, il centravanti italiano sembra ormai uscito fuori dagli schemi di Pecchia, che lo usa prevalentemente come cambio in corsa. Meno fisico rispetto a Caicedo, può però vantare un’esperienza invidiabile, che in un campionato tattico come quello italiano può fare tutta la differenza del mondo. Con quattro gol in stagione, non avrebbe problemi ad accettare la panchina in una squadra come la Lazio, in grado di lottare per la Champions League.

Felipe Anderson e Nani non bastano

Il brasiliano ed il portoghese non possono giocare come prima punta. Schierarli in campo come uomini più avanzati può essere una soluzione nei momenti di difficoltà, ma non può essere una scelta nei momenti di abbondanza. Alla Lazio, con la possibile partenza di Caicedo, serve un vice Immobile di ruolo. Togliere dalle loro posizioni naturali Nani e Felipe Anderson potrebbe rappresentare un grave errore. La Lazio vista nelle ultime uscite, sembra aver perso il ritmo di gioco con cui ha guidato le partite da inizio campionato. In attesa che le gambe tornino a girare come prima, la squadra deve adesso affidarsi alla (grande) qualità di cui è in possesso; e spostare di ruolo due dei giocatori più tecnici della rosa, impedendogli di esprimersi con spontaneità, è una scommessa rischiosa. Pazzini rappresenterebbe il nome perfetto per allungare la panchina: in grado di entrare a partita in corso, con esperienza europea, e con a disposizione il supporto (infinito) dei tifosi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy