N’Koulou-Lazio, la chiave può essere Cataldi?

N’Koulou-Lazio, la chiave può essere Cataldi?

La Lazio cerca un difensore esperto e che conosca la Serie A per sostituire De Vrij. Un’opzione può essere N’Koulou e il Torino potrebbe accettare una contropartita già cercata.

di Mattia Deidda

La Lazio continua la ricerca di un difensore. Il prossimo addio di De Vrij toglierà alla difesa biancoceleste una colonna: leader del reparto, sarà difficile per Inzaghi trovare un calciatore in grado di sostituirlo. Si muove la società, che conoscendo le difficoltà del calcio italiano, infinitamente più tattico rispetto gli altri, vorrebbe trovare una soluzione interna, che già conosca il campionato. L’attenzione si sposta a Torino, dove N’Koulou, superato il giro di boa, si è dimostrato uno dei difensori più affidabili del campionato.

Leader della difesa

Classe 1990, difensore centrale di spessore. Arrivato in Italia tra la diffidenza generale, è in realtà uno dei calciatori più esperti del campionato. Monaco, Marsiglia e Lione prima del’avventura italiana: 343 presenze in totale, di cui 34 tra Champions ed Europa League. In prestito al Torino, il club granata è pronto a riscattare il camerunense per 3,5 milioni di euro. Un colpo di mercato di livello, specie in un’epoca in cui ogni giorno che passa qualsiasi calciatore aumenta esponenzialmente il proprio valore. Campione d’Africa con il Camerun nel 2017, N’Koulou ha accettato l’avventura a Torino consapevole di aver vissuto un anno negativo a Lione: pronto a rimettersi in gioco in un club senza coppe europee, l’ex Marsiglia ha dimostrato di poter giocare in un club di alta classifica.

N’Koulou lo stacanovista

Sempre presente: 25 presenze, tutte per 90 minuti. N’Koulou non ha saltato neanche un secondo di questo campionato, convincendo prima Mihajlovic e poi Mazzarri. Capace di giocare sia in una difesa a quattro che a tre, l’intelligenza tattica è la sua arma principale; nonostante un ruolo che spesso richiede interventi estremi ed istintivi, il camerunese si trova sulle spalle solamente due cartellini gialli, con più di metà stagione passata. Un dato significativo, che dipinge il tipo di difensore: affidabile e concentrato per tutti i 90 minuti, pronto a guidare i compagni in campo.

Il piano biancoceleste

Portarlo a Roma, indubbiamente, non sarà semplice, ma la Lazio ha in mano le giuste carte per convincere società e giocatore. Il Torino, vista la bassa cifra d’acquisto del cartellino, può essere facilmente tentato da un’enorme plusvalenza, oltre che da una contropartita: Cataldi, giocatore della Lazio in prestito al Benevento, è stato cercato dal club granata la scorsa estate.  Classe 1994, il centrocampista italiano tornerà a Roma a fine stagione (salvo una miracolosa salvezza dei giallorossi). In questa Lazio pronta al salto di qualità, non sembra esserci posto per lui, che accetterebbe senza problemi un club importante come il Torino. In caso di qualificazione in Champions League (ma anche con un Europa League da vivere da protagonista), non sarà difficile convincere N’Koulou a sposare la causa biancoceleste, pronto a prendere possesso di una difesa in grado di ambire ai piani alti della classifica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy