Luiz Araujo, per la Lazio un’occasione…verdeoro

Luiz Araujo, per la Lazio un’occasione…verdeoro

Con il Lille sull’orlo del fallimento, Tare potrebbe muoversi per il brasiliano classe 1996, una delle stelle che i transalpini devono vendere prima di fine giugno.

di Mattia Deidda

La Lazio pensa al futuro. L’obiettivo è rendere la stagione in corso un’abitudine: la lotta per entrare in Champions League deve essere l’obiettivo (minimo) di ogni anno. Per poter riuscire nella missione, senza grosse somme di denaro da spendere, serve riuscire ad anticipare tempi e mosse. La società può stare tranquilla, le ultime uscite di Tare hanno portato in squadra ottimi giocatori. Il direttore sportivo biancoceleste continua a monitorare giovani in tutta Europa: il prossimo nome sulla lista è quello di Luiz Araujo.

Fattore Inzaghi

Brasiliano classe 1996, ala. Arrivato al Lille sotto richiesta di Bielsa, la società francese ha speso la bellezza di quasi undici milioni per portarlo in Francia. Tanto, considerando l’età e la poca esperienza maturata al San Paolo, dove ha giocato una sola stagione prima di ricevere una chiamata dall’Europa. Giovane di fantasia, elegante nel dribbling, il classico brasiliano in grado di creare la giocata vincente in qualsiasi momento. Talento ancora grezzo, ma con soli ventuno anni sulle spalle non sarebbe un problema per Inzaghi inserirlo e aiutarlo a crescere, mettendolo in condizione di migliorare se stesso e la squadra. Il tecnico italiano rappresenta un vero e proprio fattore quando si parla di portare in squadra futuri talenti. In pochi sanno capire i giovani calciatori come lui. Pesa, molto, l’esperienza accumulata in Primavera. La società se lo tiene stretto: in un mercato dove volano cifre folli, l’unico modo per arrivare in alto è trovare giocatori giusti e darli in mano ad un tecnico capace.

Araujo, un’occasione da non perdere

Il discorso assume ancora più spessore analizzando la situazione economica del Lille. La società è sull’orlo del fallimento, e la Federcalcio francese ha comunicato il rischio di una retrocessione d’ufficio al termine della stagione. L’unica soluzione è monetizzare il più possibile, ed i Mastini hanno in squadra giocatori in grado di attirare l’attenzione di molti club. La Lazio prova a giocare d’anticipo: il contratto che lega Luiz Araujo al Lille scade nel 2022, ma in una situazione del genere conta poco. Con una buona offerta, i biancocelesti potrebbero portare il brasiliano a Roma senza alcuna difficoltà. Specie considerando come Bielsa, tecnico che ha voluto fortemente il calciatore, è stato esonerato a dicembre, e la squadra, come se non bastasse, si trova immischiata nella lotta salvezza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy