Lazio, un aiuto da Montella? All’orizzonte c’è Ganso

Lazio, un aiuto da Montella? All’orizzonte c’è Ganso

Ganso, calciatore del Siviglia classe 1989, piace molto alla dirigenza biancoceleste, che ha dalla sua la voglia del calciatore di vivere una nuova esperienza.

di Mattia Deidda

L’estate si avvicina, e con lei il calciomercato. Anticipare i tempi è l’unico modo per portare in rosa giocatori di qualità senza essere costretti a spendere cifre folli. Lo sa bene Tare, che ha sul suo taccuino una lista di giocatori che segue da tempo: non solo difensori, senza dubbio i primi rinforzi di cui ha bisogno la Lazio, ma anche centrocampisti. Ganso, calciatore del Siviglia classe 1989, trequartista, piace molto alla dirigenza biancoceleste, che ha dalla sua la voglia del calciatore di vivere una nuova esperienza.

UNA NUOVA AVVENTURA – L’avventura di Ganso al Siviglia non è mai iniziata. Da due stagioni nel club andaluso, il brasiliano ha raccolto a malapena sedici presenze. Arrivato in Europa in ritardo rispetto la media (26 anni), è stato accolto tra l’entusiasmo generale, giustificato dalla vittoria di una Copa Libertadores (tra le altre cose) con il Santos. Con il Siviglia pochi sprazzi di luce, fino ad essere completamente avvolto dall’oscurità e terminare nel dimenticatoio. Nonostante un buon inizio di campionato (sempre titolare, due gol nelle prime cinque giornate con quattro vittorie della squadra), la stagione si è presto rivelata un fallimento, tanto che adesso anche la panchina appare un lusso: non convocato dalla diciottesima giornata di campionato, l’unica soluzione possibile è cambiare aria. Osserva la situazione la Lazio, che potrebbe portarlo a Roma con dieci milioni, o, addirittura puntando su un prestito con diritto di riscatto.

SULLE ORME DI LUIS – All’agguato, inevitabilmente, ci sono molti club brasiliani. Tornare a casa senza essere riusciti a dimostrare il proprio valore all’Europa, però, è un discorso che il calciatore non vuole prendere in considerazione. La Lazio conosce bene le dinamiche del gioco, e sa bene che il calciatore può dare molto di più rispetto quanto fatto vedere in questi due anni al Siviglia. La vicenda Luis Alberto insegna che non bisogna mai trarre conclusioni avventate. In una squadra che gira alla perfezione, con un tecnico intelligente, in grado di trovare nel campo la posizione più consona al calciatore e metterlo nella condizione di esprimere tutto il suo potenziale, Ganso può risultare un importante uomo in più per questa Lazio; specie nei momenti di turnover, quando, inevitabilmente, la qualità in campo si abbassa. Con lui in rosa, Inzaghi potrebbe cambiare i calciatori più tecnici della squadra senza sentirne eccessivamente la mancanza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy